Vai al contenuto

Talent attraction: 5 consigli per attrarre i migliori talenti in azienda

·
6 minuti di lettura
Talent attraction: 5 consigli per attrarre i migliori talenti in azienda

Se ti chiedessero quali strategie di talent attraction adotti in azienda, o quali strumenti e accorgimenti utilizzi per attrarre talenti, come risponderesti?

All’interno del più ampio spettro della gestione del talento, la ricerca di nuovi profili è una delle attività più importanti in ambito HR data la crescente esigenza da parte delle aziende di incorporare lavoratori altamente qualificati, in grado di rispondere alle esigenze di un mercato del lavoro in costante evoluzione. 

In questo articolo ci concentriamo sulla talent attraction: vedremo cos’è, ma soprattutto come poter definire e applicare una strategia efficace che ti permetta di attirare, e auspicabilmente mantenere, i migliori talenti disponibili sul mercato.

Nuova call-to-action

Che cosa significa talent attraction 

Possiamo definire la talent attraction come la capacità di un’azienda di attirare nuovi e talentuosi lavoratori per la propria azienda. 

È una capacità di attrazione che, quando presente, non si limita ai periodi in cui l’azienda è alla ricerca di nuovi lavoratori, ma è una forza costante che mantiene l’azienda al centro dell’attenzione dei potenziali candidati, anche quando non ci sono posizioni aperte.

In altri termini, le aziende con un’elevata attrazione di talenti ricevono continuamente curricula da lavoratori interessati.

Gli amanti delle definizioni dense di particolari ameranno quanto riportato in uno studio pubblicato dall’International Journal of Social Science and Humanities Research, dal quale possiamo trarre che la talent attraction è un processo proattivo, che fa parte delle pratiche di talent management. 

È un processo che permette di avvicinare e assumere facilmente i talenti, attraverso proposte di valore che mettono in risalto i tratti positivi e la cultura dell’azienda.

Che cos’è una strategia di talent attraction 

Sviluppare una strategia di attrazione dei talenti è fondamentale per migliorare la capacità della tua azienda di attirare talenti. La strategia richiede un approccio olistico e potrebbe richiedere di:  

  • Rivedere i processi di recruiting (o selezione del personale), 
  • Lavorare l’employer branding
  • Definire KPI specifici per valutare il livello di attrattività dell’azienda 
  • Ottimizzazione dei processi di comunicazione esterna

Dopo aver lavorato su questi aspetti, avrai gettato le basi per una strategia di attrazione dei talenti. 

Questa strategia dovrebbe darti modo di valutare oggettivamente il modo in cui attiri e ti assicuri i talenti più promettenti.

Un recente studio della Dalarna University sottolinea, al fine di elaborare una strategia efficace, l’importanza di identificare il tipo di lavoratori di cui hai bisogno. 

Per riuscirci il primo passo da fare è definire cos’è per te il talento, ovvero l’insieme di caratteristiche personali e competenze che un lavoratore deve possedere per occupare una determinata posizione vacante.

Solo dopo aver fatto ciò, puoi procedere con l’elaborazione di una strategia. Ricorda, tuttavia, che attirare un talento è solo il primo passo. Senza strategie mirate a mantenere i migliori lavoratori, tutto il lavoro potrebbe rivelarsi inutile.

In sintesi, una strategia di attrazione dei talenti altro non è che l’insieme di attività e le pratiche che ti permettono di identificare e avvicinare i talenti da posizionare in ruoli chiave e strategici all’interno dell’azienda. 

La strategia dovrebbe anche includere pratiche e strategie per motivare e trattenere efficacemente i dipendenti talentuosi.

L’importanza di una strategia di talent attraction: i vantaggi

Definire una strategia di talent attraction garantisce una serie di vantaggi e benefici, sia diretti che indiretti. 

Partendo dal presupposto che si può facilmente intuire cosa implichi gestire un’azienda che ha una grande capacità di attirare e trattenere lavoratori di talento, possiamo spingerci oltre, elencando una serie di vantaggi a cui talvolta non si pensa e che sono in parte o totalmente una diretta conseguenza di un’efficace capacità di attrarre talenti.

Riduci i tassi di turnover

Elevati tassi di turnover rappresentano un problema per numerose aziende. Come evidenziato in diversi studi, un alto turnover del personale causa significative perdite economiche, interruzioni dei processi e ha un impatto negativo sulle performance complessive dell’organizzazione. 

Migliorare la capacità di attrarre talenti in tal senso tende a ridurre le richieste di dimissioni. 

Un dipendente che aspira a far parte della tua azienda, una volta entrato nel team, infatti, avrà realizzato un sogno professionale. Di conseguenza, sarà meno propenso a cercare opportunità migliori altrove. 

Quanto appena detto ribadisce l’importanza di creare sì una strategia per attirare i talenti ma anche poi garantire un ambiente di lavoro attraente e stimolante per mantenere i lavoratori all’interno dell’organizzazione.

Acquisisci vantaggio competitivo 

Assicurarsi i migliori talenti è cruciale per ottenere un vantaggio competitivo. Come è facile intuire, disporre di lavoratori più competenti, motivati e produttivi rispetto alla concorrenza si riflette in prodotti o servizi di qualità superiore

Un team di talenti, inoltre, è in grado di comprendere meglio le esigenze dei clienti e di fornire soluzioni innovative. Si tratta di vantaggi che aiutano a creare un solco incolmabile tra l’azienda e i concorrenti. 

Benefici di migliori prestazioni 

Le prestazioni dei dipendenti sono un punto critico per ogni azienda. In tal senso migliore è la capacità di acquisire e di disporre di talenti, più sono elevate le possibilità di raggiungere gli obiettivi del mese e dell’anno. 

Chiaramente quando parliamo di talenti, facciamo sì riferimento a persone motivate e che condividono i valori e la mission del brand, ma anche, e talvolta sopratutto, a lavoratori che assicurano prestazioni eccellenti, anche sotto stress nei periodi di lavoro più intenso. 

Migliori l’efficacia dell’internal recruitment

La pratica dell’internal recruitment è ormai una tendenza consolidata ed efficace, come evidenziato in diversi report

Le strategie di reclutamento interno, che consentono di colmare le posizioni aperte dando priorità ai dipendenti interni anziché cercare nuove risorse esterne, si dimostrano ancor più efficaci nelle aziende con un alto livello di talent acquisition. 

Ciò perché assumere dipendenti competenti e di talento rende più agevole in seguito offrire loro opportunità di crescita all’interno dell’azienda. Inoltre questo modo di procedere riduce i costi associati alla ricerca di nuove figure e aiuta a mantenere alte le motivazioni e le ambizioni all’interno dei team di lavoro. 

5 consigli per migliorare la talent attraction in azienda

Infine, soffermiamoci sul come fare talent attraction. Come abbiamo visto è importante definire una strategia adeguata alla propria realtà, ma possiamo ugualmente fornirti alcuni consigli generali validi per ogni tipo di organizzazione dalle piccole alle grandi: 

  • Stabilisci la tua definizione di talento

Per iniziare, rifletti sulle caratteristiche che dovrebbe avere il profilo ideale per una specifica posizione. 

Questo significa comprendere chiaramente i percorsi di studio che il candidato dovrebbe aver seguito e quale dovrebbe essere il suo background lavorativo. Focalizzati poi sui tratti di personalità che consideri essenziali in un talento, come leadership, risoluzione dei problemi, capacità di lavoro di gruppo e intelligenza emotiva. 

Per ogni nuova posizione, definisci prima chi, per te, è un talento, creando un percorso personalizzato per avvicinarlo alla tua attività. 

  • Scopri cos’è importante per i talenti che vuoi attrarre

È fondamentale sapere quali sono le cose che realmente stanno a cuore ai talenti che ti piacerebbe attrarre quando questi sono alla ricerca di un nuovo posto di lavoro. 

Le esigenze dei lavoratori sono notevolmente cambiate nel corso degli anni, e cercare di soddisfarle è diventato indispensabile. Puoi raccogliere queste informazioni chiedendo ai tuoi dipendenti di compilare un sondaggio anonimo o consultando le numerose indagini di settore disponibili. 

Certamente, uno stipendio adeguato resta sempre una priorità, ma i lavoratori oggi cercano anche flessibilità, equilibrio tra vita lavorativa e privata, possibilità di crescita e percorsi di formazione personalizzati. 

  • Ottimizza il processo di recruiting e i processi di onboarding 

Il terzo consiglio per migliorare la talent attraction riguarda il modo in cui gestisci le fasi di reclutamento e onboarding

Inizia rivedendo i canali utilizzati per raggiungere i potenziali lavoratori e, se necessario, ottimizza il controllo dei CV ricevuti mediante specifici software ATS

Personalizza e gestisci con maggiore cura i colloqui di lavoro e assicurati che tutti i nuovi lavoratori ricevano un onboarding memorabile. Queste piccole attenzioni possono fare la differenza e migliorare la tua attrattiva verso i potenziali candidati.

  • Definisci delle metriche e analizzale

Raccogliere e analizzare a fondo i dati relativi alle tue attività di recruiting può fare una grande differenza per migliorare la talent attraction aziendale. 

Dai semplici sondaggi anonimi, che forniscono indicazioni sulla qualità dei processi di assunzione e onboarding in azienda, alle metriche più complesse, come i tassi di ritenzione dei nuovi assunti o i tempi di assunzione di un nuovo lavoratore, fino alle metriche sull’employer branding, che misura l’attrattività della tua azienda agli occhi di un potenziale lavoratore. 

Tenere sotto controllo queste e altre metriche può aiutarti a prendere decisioni informate e, di conseguenza, migliori perché basate sui dati.

  • Affidati ad un software HR 

Infine, concludiamo l’articolo con un ultimo consiglio. Migliorare la talent attraction in azienda, come abbiamo visto, è possibile solo agendo da più angoli, tra cui:

  • Comunicazione interna
  • Talent management
  • Pratiche di internal recruitment 

Per gestire il tutto senza perdersi il miglior modo di procedere è avvalersi di software HR all-in-one come Factorial. 

Le funzionalità di recruiting offerte da Factorial ti permettono di gestire tutto da un’unica piattaforma, semplificando e digitalizzando tantissimi processi e garantendoti allo stesso tempo maggiori possibilità di acquisire nuovi talenti.

Con Factorial, ad esempio, puoi: 

  • Creare e gestire le pagine “Lavora con noi” 
  • Ottimizzare e digitalizzare il processo di onboarding
  • Utilizzare le funzionalità ATS  
  • Inviare sondaggi e utilizzare strumenti per creare community 
  • Effettuare costanti revisioni delle prestazioni
  • Stabilire OKR e relativi KPI 
  • Seguire l’andamento dei programmi di formazione 
  • E tanto altro

Queste sono solo alcune delle molte funzionalità messe a disposizione da Factorial, il software ideale per la gestione dei talenti che, in breve tempo, migliorerà l’attrattività della tua azienda e ti consentirà di disporre di un team di lavoro ancora più motivato e produttivo.

👉 Richiedi una demo gratuita e scopri tutti i vantaggi che un software come Factorial può portare alla tua azienda.

richiedi-demo-factorial

 

Content Marketer e copywriter specializzato nella scrittura creativa e nella creazione di contenuti SEO con esperienze sia in multinazionali che start-up tech. Poliglotta, amante dei viaggi, del cibo, del buon vino e di tutto ciò che valga la pena di essere raccontato.

Post correlati