Employer branding: cos’è e perché è importante per la tua azienda?

In qualità di responsabile delle risorse umane, avrai sentito parlare del famoso “Employer Branding”. È un concetto nato negli Stati Uniti che ha iniziato ad essere nominato ovunque alcuni anni fa.

Ma a cosa si riferisce veramente questo anglicismo? E, soprattutto, come puoi aiutare le aziende? Di seguito ti parleremo meglio di questo concetto. Potrai così diventare un esperto e applicarlo ai tuoi dipendenti. Inoltre, spiegheremo perché qualsiasi azienda ne ha bisogno per crescere e ottimizzare il dipartimento delle risorse umane.

software risorse umane

Cos’è l’employer branding?

Il cosiddetto Employer Branding è, in poche parole, l’immagine che i tuoi dipendenti (presenti e futuri, cioè candidati a posizioni nella tua azienda) hanno di te. Sono i valori che le persone che lavorano per l’azienda percepiscono come quelli che definiscono il marchio. Aspetti come i benefici sociali per i dipendenti, il posto di lavoro o la politica delle ferie sono alcuni dei più importanti quando si definisce la filosofia e la politica delle risorse umane e dell’employer branding dell’azienda.

👉 Vuoi sapere tutto sulle risorse umane? Abbiamo creato una guida sui dipartimenti delle risorse umane

Si parla spesso della reputazione di un brand o di un’azienda dal punto di vista dei clienti o dei consumatori. Ma l’employer branding è forse ancora più importante e ne definirà il funzionamento e la crescita. Inoltre, questi due concetti si combinano e creano quello che è noto come un marchio aziendale globale, che definisce il modo in cui viene percepito da clienti e dipendenti. Perché proiettare un’immagine all’estero e averne internamente una molto diversa non può che danneggiare la reputazione del brand.

employer branding cos'è

D’altra parte, lavorare sul tuo Employer Branding ti aiuterà anche a trattenere i talenti, ridurre i tempi per ricoprire posizioni nella tua azienda ed evitare il turnover del personale.

Le origini del concetto

L’employer branding nasce a seguito di uno studio condotto da un ospedale la cui conclusione è stata la seguente: migliore è la reputazione di un centro come luogo di lavoro, maggiore è la fidelizzazione del personale sanitario più qualificato. Con l’effetto post-baby boom degli anni ’80, la richiesta di talenti era maggiore rispetto ai dipendenti che potevano svolgere le funzioni necessarie. Ciò venne applicato in seguito anche in altri paesi, anche come misura per migliorare la produttività delle aziende.

Perché dovresti promuovere l’employer branding della tua azienda?

Perché l’employer branding è così importante per l’azienda? Arrivati a questo punto, sai già molto bene che la tua azienda ha dei competitor. E non solo dal punto di vista del cliente, ma anche da quello del lavoratore.

Perché il miglior programmatore della tua provincia dovrebbe lavorare con te e non con il tuo diretto concorrente? Ciò che davvero costituisce un’azienda sono i dipendenti. Perciò bisogna fare in modo che essi rimangano con te o, per cominciare, scelgano la tua azienda come luogo di lavoro ideale.

Oggigiorno è molto facile ottenere informazioni su un’azienda, quindi coloro che si candidano per una posizione sapranno tutto sulla tua politica delle risorse umane anche prima di fare un colloquio. Vuoi che la tua azienda sia competitiva quando si tratta di attrarre nuovi talenti e trattenere quelli che fanno già parte del tuo team? La parola chiave qui è “fidelizzazione”.

Ecco alcuni dei motivi per cui la tua azienda dovrebbe lavorare sull’Employer Branding.

employer branding significato

Migliora l’ambiente di lavoro e rendi felici tuoi dipendenti

Stai pensando di migliorare l’immagine della tua azienda come datore di lavoro? Allora stai senza dubbio valutando di migliorare le condizioni interne. Secondo la Federazione argentina delle imprese del lavoro (FAETT), un dipendente che si sente felice si identifica maggiormente con i valori dell’azienda (ed è il 50% più produttivo, ma questa è un’altra questione).

Ci sono tanti modi per rendere felici i tuoi lavoratori. Dall’offrire vantaggi come frutta in ufficio o la palestra, al miglioramento delle strutture e gli eventi o momenti di svago. Tutte queste iniziative influenzano positivamente l’ambiente di lavoro e, quindi, i rapporti fra colleghi.

Tuttavia, un ruolo fondamentale è quello di coloro che hanno subordinati. Sentirsi valorizzati, ascoltati, avere obiettivi chiari, comunicazione interna, parità di trattamento con i colleghi, la fiducia riposta nell’assegnazione delle responsabilità, ecc. E anche avere un orario flessibile!

Aumenta il coinvolgimento dei lavoratori

Diffondendo una cultura aziendale tra i lavoratori delle diverse aree potrai attribuire una visione e una personalità all’azienda e i dipendenti potranno sentirsi identificati con i valori. Se riprendiamo lo studio di FAETT, i dipendenti felici (cioè più produttivi) si impegnano il 30% in più nei confronti dell’azienda. E anche nella sua filosofia, quindi tutto è collegato.

Come si può ottenere questo risultato? Definisci la tua strategia e scegli i valori che ne costituiranno la base. Quelli che ti aiuteranno di più per l’employer branding saranno la trasparenza, la valorizzazione del talento, il tuo coinvolgimento globale, l’uso dei social media, ecc. Una volta che hai i valori che definiscono l’immagine dell’azienda, lascia che i tuoi lavoratori parlino di te, poiché sono loro che conoscono più da vicino quell’immagine.

A rafforzare il legame tra il dipendente e l’azienda ci sono anche buone condizioni economiche. In più ricordiamo anche altri elementi immateriali che fanno sentire i lavoratori apprezzati. Al di là di tutto ciò, ti consigliamo di monitorare il personale per verificare il loro impegno nei confronti dell’azienda.

Aiuta a incorporare nuovi canali per la ricerca e selezione del personale

Con i progressi tecnologici che cambiano di minuto in minuto e che generano nuove tendenze (di cui dovrai tenere traccia e adattarti), stanno emergendo nuovi modi e canali per attirare i talenti. I social network, i portali del lavoro e persino le pagine web aziendali ufficiali diventano possibili strumenti con cui attrarre talenti e, quindi, in cui trasformare questa filosofia aziendale e valori che hai stabilito grazie alla tua strategia di Employer Branding .

Questi canali devono riflettere l’immagine di un’azienda con cui i futuri dipendenti vogliono lavorare. Bisogna vendere loro un progetto entusiasmante a cui partecipare.

Differenzia l’azienda dai suoi competitor

Se hai dovuto assumere personale per posizioni tecniche, sai che è un processo intenso e difficile. Le posizioni con esigenze tecniche specifiche non sono facili da ricoprire e non sempre è possibile assumere la persona giusta (e sai cosa significa una cattiva assunzione per l’azienda).

Se lavori sull’employer branding della tua azienda devi differenziarti dai tuoi competitor. Devi offrire le migliori opportunità ai professionisti. Così ridurrai anche i tempi di ricerca e selezione. Come sappiamo è un processo che può comportare dei costi alti.

Posizionarsi come una buona azienda per cui lavorare ha molti effetti positivi. Sia sui nuovi assunti che sul team che già vi lavora. Con tutti i competitor che hai alle spalle, come puoi far sì che i migliori talenti lavorino per te? Con un buon employer branding. Offri le migliori condizioni ai tuoi potenziali lavoratori, ottimizza le risorse dell’azienda e offri vantaggi.

Conclusioni

Come potenziare l’Employer Branding: idee per attrarre talenti

Se vuoi migliorare l’employer branding della tua azienda, dovrai porti queste domande: offro di più a quel potenziale candidato rispetto ai miei competitor? Qual è la mia cultura aziendale? Le persone conoscono la storia della mia azienda e dei suoi valori?

Sconfiggi la crisi migliorando il tuo Employer Branding

Employer Branding o Brand Reputation è molto importante durante qualsiasi crisi; sopravviveranno solo le aziende che aggiungono valore ai propri dipendenti.

Durante e dopo Covid-19, le misure che adotterai per far sentire i tuoi lavoratori al sicuro, a loro agio e soddisfatti, saranno fondamentali.

L’esperienza dei dipendenti è tutto ciò che il lavoratore sperimenta durante il rapporto con l’azienda e va di pari passo con l’employer branding. Non si tratta solo di attrarre talenti, ma anche di fidelizzare i migliori professionisti e continuare a prendersi cura di loro una volta entrati in azienda.

3 elementi essenziali per la tua strategia di Employer Branding

Quando definisci una strategia di Employer Branding per la tua azienda, dovrai tenere conto di tre considerazioni:

  • Conosci bene la tua azienda.
  • Conosci e prenditi cura dei tuoi dipendenti.
  • Prenditi cura dei tuoi profili digitali.

Vuoi digitalizzare il tuo reparto Risorse umane per offrire ai tuoi dipendenti la migliore esperienza? Il software di Factorial ha un periodo di prova gratuito. Perché non scopri se è lo strumento che stai cercando?

Ottieni Factorial e concentrati su ciò che conta di più: i tuoi dipendenti!

This post is also available in: Español

Leave a Comment