Vai al contenuto

People Management: la nuova definizione di risorse umane [+ Kit HR]

people management

Risorse umane è un termine che viene comunemente utilizzato per indicare le persone che lavorano all’interno di un’azienda, la cosiddetta forza lavoro grazie alla quale l’impresa può svolgere le sue attività e raggiungere i suoi obiettivi. Per questo a volte chi si occupa più direttamente della gestione delle persone all’interno dell’azienda viene definito il “responsabile delle risorse umane”. Ma qual è la differenza tra chi si occupa di HR management e chi invece di People Management?

HR management e People management sono potenzialmente la stessa cosa. In diverse aziende, specialmente quelle più innovative e nelle startup, da qualche anno è cominciata a comparire la figura del People Manager. A cambiare non è la funzione svolta, bensì la prospettiva e la definizione di quello che significa occuparsi delle persone e del loro benessere all’interno delle aziende. La locuzione risorse umane infatti, che risale agli anni 70, comincia a risultare un po’ stretta rispetto all’evoluzione che effettivamente le risorse umane hanno avuto.  Per questo motivo diversi professionisti si stanno chiedendo se sia ancora il caso di riferirsi alle risorse umane all’interno delle aziende utilizzando questo termine o se sia necessario introdurne uno nuovo e più appropriato, ovvero People Management.

Scarica QUI il Kit People Manager 2022

👇 Guarda il nostro webinar sul People Management con Alice Manzoni 👇

Risorse umane vs People management

Quando parliamo di risorse umane, il termine è abbastanza evocativo del suo significato che fa riferimento all’insieme delle persone di un’organizzazione. In questo senso le risorse umane non sono altro che una delle tante risorse di cui un’azienda ha bisogno per poter far continuare il proprio business, insieme ad altre risorse come materie prime, spazi, finanziamenti ecc.

Il People management invece vede un cambiamento di punto di vista. Le persone all’interno di un’azienda non sono considerate come una semplice risorsa che deve contribuire alla generazione di capitale per l’azienda. Il People management si ripropone di porre al centro le persone, non il profitto o il business. Questo perché dobbiamo ricordarci che le aziende sono costituite principalmente da persone e le persone hanno i loro bisogni, le loro esigenze ed è necessario prendersene cura affinché possano dare il loro meglio e sviluppare il proprio talento.

In fin dei conti il successo di un’azienda è il successo delle persone che ne fanno parte.

👉 Vuoi saperne di più sull’importanza del People Management in un’azienda? Scopri qui le skills essenziali per diventare un People Manager di successo.

Scarica QUI il Kit People Manager 2022

Cosa significa occuparsi di People management

La necessità di occuparsi delle persone vedendole in un’ottica diversa all’interno del contesto aziendale nasce da un’evoluzione che sembra portare, come hanno definito anche alcuni esperti HR, verso un nuovo umanesimo, in cui le persone vengono valorizzate nel loro complesso e non solo in un’ottica lavorativa.

Per esempio, se prima la sfera privata e familiare dei dipendenti non riceveva particolare attenzione e veniva semplicemente tutelata dalle leggi del lavoro, al giorno d’oggi un’azienda che vuole essere competitiva e al pari degli altri player di mercato deve saper garantire supporto e incentivare un equilibrio tra la sfera lavorativa e quella privata dei propri collaboratori.

Questo processo che ha preso piede negli ultimi hanno ha conosciuto un’accelerazione senza precedenti con l’esplosione della pandemia del coronavirus. Ora più che mai le aziende devono saper stare vicine ai propri collaboratori e fornire tutti gli strumenti e le agevolazioni necessarie affinchè il benessere generale dei dipendenti sia mantenuto a livelli che non vadano a incidere sulla loro performance e sul loro sviluppo.

gestione dipendenti

Cambiamenti nella gestione dei dipendenti

Se fino a qualche anno fa quando si parlava di gestione dei dipendenti si faceva riferimento a pratiche prevalentemente amministrative come la gestione della busta paga, l’organizzazione di ferie e assenze, il controllo di documenti aziendali oggi gestire i dipendenti significa tutt’altro. O meglio, molto altro. Ovviamente queste funzioni sono essenziali e necessarie, ma non si può pensare che siano le uniche necessarie per poter svolgere una buona gestione del personale.

Cosa c’è di sbagliato nel concentrarsi solo sulle attività amministrative? Che non ci stiamo occupando delle persone. Ci stiamo occupando di fogli excel, ci stiamo assicurando che i dipendenti ricevano lo stipendio corretto o che abbiano la possibilità di richiedere ferie quando più ne hanno bisogno, ma se queste sono le uniche attività svolte dalle risorse umane forse c’è qualcosa che non va.

Se i responsabili delle risorse umane non hanno tempo e modo di comunicare con i dipendenti, di capire quali problematiche ci sono all’interno dell’azienda, se ci sono malumori, o iniziative che i collaboratori aspettano con ansia allora forse non stanno investendo il proprio tempo nella maniera più appropriata.

👉 Leggi anche l’articolo “HR Suite: le funzionalità essenziali per la digitalizzazione dei processi HR”

Come ottenere tempo da dedicare al People management

Essere consapevoli del sentiment dei dipendenti all’interno di un’azienda è fondamentale. Se i manager HR sono troppo occupati tra fogli e calcoli in excel o gestione del calendario, ciò andrà a discapito del tempo che invece possono investire occupandosi delle persone.

Gestire il proprio pool di talenti aziendali offrendo iniziative, momenti di confronto, momenti di ascolto e di condivisione, non solo permette di ottenere una cultura aziendale più solida, ma anche di capire cosa sta funzionando e cosa invece dovrebbe essere rivisto all’interno dell’azienda in modo da prendere decisioni strategiche più efficaci.

La tecnologia presente sul mercato oggi fortunatamente offre degli alleati, dei punti di riferimento per chi si occupa di People Management. I cosiddetti software HR non sono altro che gli strumenti perfetti per svolgere tutte quelle attività che tolgono tempo e spazio ai manager hr per poter metter di nuovo le persone al centro delle loro attività quotidiane.

Software HR Factorial

Hai già provato un software HR all-in-one?

Le aziende più attente ai cambiamenti nel mercato del lavoro dispongono di software HR già da diverso tempo per effettuare la rilevazione delle presenze, ottimizzare la ricerca e selezione del personale, svolgere degli onboarding di successo e tante altre attività consentite dai software di questo tipo.

Come avviene sempre quando si introduce qualcosa di nuovo, c’è chi entusiasta sperimenta e scopre nuovi modi per migliorare e aumentare la qualità del proprio lavoro. C’è chi invece è più restio al cambiamento e fatica a vedere il potenziale dei nuovi strumenti. In particolare i software hr riscontrano spesso la resistenza di alcune aziende e responsabili hr.

È arrivato il momento di investire di nuovi significati positivi queste piattaforme. Essere insicuri sui cambiamenti è normale. Se si è abituati a svolgere tutto tramite fogli excel e finora questa tecnica ha sempre “funzionato” ci si potrebbe chiedere perchè cambiare? “Lo abbiamo sempre fatto così“. Questo tipo di approccio fa però perdere una grande opportunità di guardare al futuro e cogliere i cambiamenti in corso intorno a noi.

Passare dallo svolgimento di compiti amministrativi effettuati in maniera manuale a un software HR all-in-one significa poter avere uno strumento che non commetterà errori, che sarà sempre aggiornato, che consentirà maggiore trasparenza, farà risparmiare denaro all’azienda e diventerà la mano destra dei responsabili hr.

👉 Vuoi scoprire tutti i modi in cui un software HR all-in-one può aiutare la tua azienda? Scopri tutte le funzioni di Factorial!

Attira e trattieni i migliori talenti con un People management efficace

Candidati e dipendenti di oggi sono ben coscienti di tutte le opportunità e possibilità che ci sono intorno a loro. Un dipendente che non è felice nella propria azienda sarà pronto ad abbandonarla anche nel breve termine, per cui le aziende hanno a disposizione ben poco tempo per dimostrare ai collaboratori che l’azienda in cui lavorano è il posto migliore per loro. E se è vero che la prima impressione è quella che conta, un candidato a cui non viene offerta la migliore candidate experience possibile potrebbe trasformarsi in un talento perso.

Per questo chi si occupare di People management deve poter assicurarsi che le persone siano sempre l’attività “core” del dipartimento. Non rischiare di perdere i migliori talenti a causa di un People management non efficace. Assicurati che i responsabili hr abbiano le risorse e gli strumenti giusti per misurare il sentiment dei dipendenti, garantire facilità e rapidità delle comunicazioni e consentire un equilibrio vita-lavoro ai collaboratori.

Un People management inefficace potrebbe costare alla tua azienda non solo in termini economici e di produttività, ma anche una fuga di talenti.

Banner software valutazione performance dipendenti

✅ Dai un senso nuovo al People management della tua azienda con Factorial, 14 giorni gratis!

Isotta è Content Marketing Specialist in Factorial ed è appassionata di comunicazione, copywriting, social media e HR. Ama la natura, viaggiare e giocare a pallavolo.

Post correlati

Lascia un commento