Vai al contenuto
sviluppo organizzativo

Sviluppo organizzativo: cos’è e perchè è importante nelle aziende

Diveniamo sempre più consapevoli di vivere in un mondo altamente globalizzato che cerca il miglioramento continuo. Questo fattore, dal punto di vista del business, incoraggia le organizzazioni ad essere più competitive e in continua evoluzione. Inoltre, il fattore umano è considerato un elemento strategico dell’azienda per il raggiungimento dello sviluppo organizzativo.

Ecco perché in questo articolo identifichiamo alcuni fattori che determinano il comportamento e le prestazioni delle persone. In questo modo potremmo realizzare piani d’azione per ottenere un clima organizzativo adeguato sul lavoro.

modello gratis valutazione delle prestazioni dipendenti

Alcuni dei problemi che le organizzazioni devono attualmente affrontare sono: bassa produttività o motivazione dei dipendenti, elevato turnover del personale, problemi di comunicazione o una cultura del lavoro scarsamente comunicata.

Quando i lavoratori non sono soddisfatti del proprio lavoro ciò può essere dovuto a diversi fattori come la retribuzione, l’ambiente di lavoro, il senso di appartenenza, la comunicazione e soprattutto la motivazione alla crescita in azienda.

Cos’è lo sviluppo organizzativo?

Lo sviluppo organizzativo (OD) è un insieme di strategie e cambiamenti pianificati in un’azienda, dove il pilastro principale è l’elemento umano. Questo deve essere accompagnato da strumenti, pratiche e obiettivi volti a bilanciare la qualità della vita, il senso di appartenenza, nonché l’allineamento degli obiettivi dell’azienda con quelli del dipendente per aumentarne la produttività. Si tratta di promuovere il funzionamento e la crescita dell’organizzazione.

Pertanto, lo sviluppo organizzativo aziendale è una pratica che presta grande attenzione ai rapporti personali e professionali; come si sviluppano, in quali contesti e quali sono i fattori che avvantaggiano o danneggiano la struttura organizzativa.

Gli obiettivi di sviluppo organizzativo impattano su diverse aree dell’organizzazione, tra i quali troviamo i seguenti:

  • Incoraggiare la collaborazione tra gruppi e individui
  • Definire un equilibrio tra le esigenze dell’organizzazione e gli obiettivi professionali
  • Sviluppare e promuovere la comunicazione interna
  • Costruire e sviluppare la cultura dell’azienda e il senso di appartenenza dei dipendenti
  • Trovare metodologie per migliorare l’ambiente di lavoro per rafforzare le relazioni tra i dipendenti
  • Coltivare la proattività nei dipendenti dell’organizzazione.
  • Avere un programma di gestione delle informazioni

Le 6 fasi di sviluppo organizzativo aziendale

Lo sviluppo organizzativo si basa quindi su un processo o fasi di sviluppo, che consistono nelle fasi di: diagnosi preliminare, selezione e reclutamento efficace, buona gestione delle informazioni, feedback, adattamento, intervento, valutazione, diagnosi e follow-up.

1. Diagnosi preliminare dello sviluppo organizzativo

Consiste nel valutare la situazione attraverso sondaggi o interviste per identificare i problemi. Per questo, è essenziale disporre degli strumenti appropriati in modo che i dipendenti si sentano a proprio agio nel dare un feedback onesto. I responsabili delle risorse umane devono sviluppare una strategia chiara, porre le domande giuste in modo che possano trarre conclusioni e implementare miglioramenti.

2. Feedback

Lo sviluppo organizzativo deve essere completo e deve essere promosso tra tutti i membri dell’organizzazione.

Uno dei modi per promuovere uno stretto rapporto con i dipendenti è offrire loro un feedback onesto e costante. Per questo, una buona pratica è tenere riunioni settimanali one-to-one tra datori di lavoro e dipendenti. Inoltre, disporre di strumenti per eseguire valutazioni delle prestazioni è fondamentale per aiutarti a sviluppare tutto il talento presente in azienda.

Questo può essere ottimizzato grazie al software delle risorse umane, che consente di effettuare dei sondaggi. Questo è molto utile per raccogliere dubbi, opinioni e comprendere le esigenze dei lavoratori. Inoltre, consente ai collaboratori di esprimersi e di risolvere eventuali problemi in modo rapido e oggettivo.

3. Valutazione e diagnosi dello sviluppo organizzativo

Per ottenere uno sviluppo organizzativo efficace, è importante monitorare costantemente il funzionamento dei diversi dipartimenti di un’azienda.

Allo stesso modo, è essenziale analizzare le prestazioni lavorative di ciascun dipendente. Come fare ciò? Con una valutazione dettagliata delle prestazioni per diagnosticare quali sono i punti di forza e di debolezza all’interno dell’organizzazione.

In questo modo potrai capire facilmente quali sono le competenze in cui c’è necessità di progredire e che potranno essere potenziate attraverso un programma di formazione manageriale.

4. Intervento

La fase di intervento dipende dalla zona in cui operiamo, per questo l’abbiamo suddiviso in base a:

  • Intervento sui processi umani: che si concentrerà principalmente sull’analisi del personale in modo completo per valutarne le capacità e le competenze. In questo modo si potrà identificare se la persona è adatta alle attività assegnate. È importante che possiamo vedere chiaramente elementi come: comunicazione, leadership, adattabilità, motivazione e valori personali.
  • Intervento strategico: la Direzione trasmetterà al proprio team i valori, la missione, la visione e gli obiettivi dell’azienda. Allo stesso modo, sarà necessario attuare un piano strategico per allinearli agli obiettivi funzionali e personali dei collaboratori.
  • Intervento tecnico-strutturale: si riferisce all’intero processo strutturale dell’azienda come: metodi, procedure, strumenti e modi di lavorare.
  • Intervento Amministrazione Umana: qui ci si focalizza sui rapporti con il personale tra cui: benefit, stipendi, previdenza sociale e retribuzione. A loro volta, vengono stabiliti traguardi e obiettivi per lo sviluppo nell’organizzazione.

5. Adattamento

Sulla base delle informazioni ricevute dai dipendenti o dai clienti dell’organizzazione, l’azienda deve essere in grado di apportare le modifiche necessarie per evitare che questi inconvenienti si intensifichino. Cioè, una volta che il feedback è stato raccolto, è essenziale intraprendere azioni per risolvere i problemi per fare in modo che questi non abbiano un impatto negativo sulle dinamiche e sui risultati del lavoro.

6. Follow-up

Qui dovremo mantenere l’attenzione sul problema e pensare a strumenti per risolverlo e quindi utilizzare i miglioramenti per mantenere il controllo del processo in azienda.

Per portare a termine e completare con successo le 6 fasi, è essenziale disporre di un gestore documentale delle informazioni. Un software per le risorse umane, quindi, consente di effettuare sondaggi, valutare le prestazioni lavorative, gestire tutti i documenti aziendali (contratti e buste paga) in modo sicuro, riservato e organizzato.

In questo modo, è molto più semplice cercare rapidamente le informazioni nell’archivio dei documenti ed essere in grado di acquisire dati di qualità basati su analisi precedenti.

sviluppo organizzativo cos'è

Perché lo sviluppo organizzativo è importante?

Lo sviluppo organizzativo cerca di aumentare l’efficacia sia dell’azienda che di ciascuno dei suoi membri a tutti i livelli gerarchici.

In questo senso, potenzia vari elementi all’interno dell’organizzazione come:

  • Le necessità del personale per lavorare in condizioni soddisfacenti. In altre parole, che ciascuno dei lavoratori disponga degli spazi e degli strumenti adeguati e necessari per svolgere le proprie funzioni. Scrivanie, sedie, ventilazione, fra le altre cose …
  • Politiche, processi, procedure e documentazione del personale che consentono il corretto funzionamento dell’azienda e dei suoi membri. Oltre ad apportare le modifiche necessarie.
  • Esigenze individuali affinché ciascuno dei collaboratori possa svolgere la propria attività in team. Formazione, strumenti o attrezzature di sicurezza, a seconda del livello gerarchico.

Uno degli obiettivi dello sviluppo organizzativo è migliorare le relazioni interpersonali sul posto di lavoro. I conflitti in quest’area possono sorgere da problemi di comunicazione sia con il datore di lavoro diretto che con i colleghi. Possono influire anche la mancanza di motivazione o interesse sia per l’ambiente che per le attività.

Vantaggi dello sviluppo organizzativo di un’azienda

Approfondendo i vantaggi dello sviluppo organizzativo, è necessario tenere in considerazione quanto segue:

  • Sviluppo costante. Che sia in modo personale autonomo o gestito attraverso un programma di gestione della formazione.
  • Promozione della comunicazione aziendale, grazie alla maggiore integrazione tra i reparti e il miglioramento dell’ambiente di lavoro.
  • Aumento della motivazione dei dipendenti. Seguendo obiettivi e migliorando il senso di appartenenza all’azienda.
  • Evoluzione dei servizi e dei prodotti
  • Aumento dei profitti

Tecniche ed esempi efficaci di sviluppo organizzativo

Il consolidamento dello sviluppo organizzativo passa attraverso le seguenti tecniche per valorizzarlo:

Sondaggi

È uno dei metodi più efficaci per raccogliere informazioni sulla tua organizzazione e sul tuo rapporto con i clienti. Solo una volta raccolti i dati potrai prendere le decisioni appropriate per risolvere i conflitti.

Direzione per obiettivi

Questo modello di gestione si concentra sul raggiungimento di obiettivi piuttosto che su prestazioni quotidiane specifiche o sull’adempimento di compiti specifici. In questo modo, la gestione e la valutazione delle prestazioni sono generalmente più semplici. Ciò porta benefici in termini di produttività, senso di appartenenza e gestione del tempo.

Riunioni di qualità

Questo metodo consiste nel tenere riunioni settimanali per valutare i problemi e promuovere soluzioni. Crea un gruppo di fiducia all’interno dell’azienda. Si raccomanda che questi gruppi siano composti da cinque fino a massimo dieci partecipanti per promuovere il loro dinamismo.

Rafforzare il team

L’integrazione lavorativa implica che le varie componenti dell’organizzazione, nonostante le loro differenze, possano concentrarsi e lavorare per un bene comune.

Per costruire questo “team building” è conveniente fare indagini, attraverso sondaggi o interviste, e metodi di valutazione della performance attraverso i quali si conosce la performance della persona o del gruppo di lavoro.

Con queste informazioni è più facile analizzare l’ambiente di lavoro, pensare e attivare le misure necessarie per promuovere dinamiche di lavoro di squadra e supporto tra i dipendenti.

valutazione dipendenti banner factorial

Processi di consultazione

Essere in costante dialogo con i dipendenti è conveniente perché puoi favorire un rapporto di cura e attenzione, così i dipendenti si sentiranno valorizzati.

Ecco perché le consultazioni sono importanti. Inoltre queste ultime permettono di avere un feedback diretto con i responsabili e ogni lavoratore può comunicare le proprie opinioni ed esigenze. Anche pensando in ottica futura, è qualcosa che consente di avvicinarsi agli interessi del dipendente e può coltivarne il progresso in azienda attraverso un piano di formazione.

Analisi transazionale

Lo sviluppo organizzativo si basa sullo studio e la comprensione del contesto in cui operano i dipendenti.

Coprire questi processi attraverso un’analisi completa, pensata da diverse prospettive, facilita la lettura degli scenari e la ricerca di soluzioni.

Equità

Sebbene ogni sistema di lavoro includa gerarchie, è necessario che l’approccio ai problemi sia basato sul valore delle idee e delle capacità di ogni persona. E non tanto in aspetti come l’anzianità o la posizione in azienda. Dai voce a tutti i membri dello staff.

Competitività sul lavoro

La competitività sul lavoro, ben gestita, può generare dinamiche positive che alimentano lo sviluppo organizzativo che l’azienda gestisce da diverse prospettive.

Saperlo gestire genererà la motivazione generale e l’unione fra i dipendenti; in questo modo si rafforzano i legami tra i dipendenti e si favorisce la produttività dell’azienda.

sviluppo organizzativo aziendale

Differenza tra risorse umane e sviluppo organizzativo

Sebbene il dipartimento Risorse umane e lo sviluppo organizzativo siano strettamente correlati, ci sono differenze che dovrebbero essere prese in considerazione.

La funzione Risorse Umane si concentra sull’aiutare le persone dell’organizzazione, sulla valutazione e sul controllo delle prestazioni della forza lavoro e sul rispetto di tutti i processi amministrativi necessari per il funzionamento dell’ente.

Invece, lo sviluppo organizzativo coinvolge aspetti quali piani e strategie futuri al fine di garantire la redditività e la crescita del business. Oltre alla valutazione dei risultati, monitoraggio delle strutture, proiezione della carriera dei dipendenti …

Ha una visione più ampia e correlata alla più alta gerarchia e responsabilità. Questi piani tengono conto del dipartimento Risorse umane ma non sono soggetti ad esso, ma piuttosto lo integrano nel processo.

Come ottenere produttività e sviluppo in azienda con persone motivate?

In questa parte è importante evidenziare sia le ricompense intrinseche che estrinseche. Il primo consiste nel prendere in considerazione aspetti interni alle persone come la motivazione, l’autostima o la percezione del lavoro. Mentre la parte estrinseca fa riferimento ad avere un buon stipendio, benefit o una sicurezza sul lavoro.

Indubbiamente questo è un problema molto importante oggi. Per questo bisogna essere sempre attenti e cercare di migliorare le strategie organizzative. Solo così faremo in modo che i dipendenti abbiano un atteggiamento più partecipativo, obiettivi chiari, maggiore motivazione e soprattutto passione per il lavoro.

E tu, cosa stai facendo per migliorare lo sviluppo organizzativo nella tua azienda?

🚀Prova Factorial e inizia a sviluppare tutto il tuo potenziale organizzativo📈

This post is also available in: Português PT Mexican

Post correlati

Lascia un commento