Ferie non godute: ecco come pianificarle

Come si applica la pianificazione ferie aziendali non godute?

La discussione relativa alla gestione delle vacanze non usufruite dai lavoratori è ricorrente tra imprenditori e responsabili delle risorse umane. Conoscere le norme relative e assicurarsi che la pianificazione ferie aziendali vengano usufruite o liquidate nei tempi e modi stabiliti è fondamentale.

In questo articolo, vediamo insieme come gestire la pianificazione ferie aziendali non godute, dei permessi e quali sono i vari aspetti da conoscere e tenere in considerazione.

Quando si deve usufruire delle ferie non godute?

Come diciamo spesso, le ferie devono essere obbligatoriamente usufruite dal lavoratore, soprattutto per garantire il recupero delle energie.

Quali sono, quindi, i limiti di tempo per la fruizione delle ferie non godute?

Pur cambiando in base ai vari CCNL, normalmente il periodo minimo legale di ferie a cui un dipendente ha diritto è di 4 settimane. Prendendo questa metrica come esempio, tale periodo deve essere goduto:

  1. Per la metà durante lo stesso anno in cui viene maturato
  2. Per la restante metà, entro i 18 mesi dopo l’anno di avvenuta maturazione

Prendendo l’esempio di un lavoratore dipendente che matura 4 settimane di ferie nel 2020, tale lavoratore dovrà usufruire di 2 settimane entro la fine del 2020 e potrà godere delle restanti 2 fino alla fine di giugno del 2022, ovvero esattamente 18 mesi dopo la fine dell’anno di maturazione.

Come accennato, i contratti collettivi sono vari e possono prevedere differenti limiti e modalità di fruizione. Tali contratti stabiliscono anche i termini relativi alla fruizione delle ferie non godute che eccedano il periodo minimo previsto e che, come abbiamo visto, possono anche essere liquidate in busta paga.

Pianificazione ferie aziendali non godute in busta paga: come comportarsi?

Come è importante ricordare, il diritto alle ferie è una prerogativa irrinunciabile da parte dei lavoratori, i quali non possono espressamente richiedere al datore di lavoro la loro liquidazione. Le ferie, quindi, vanno sempre godute entro i termini previsti dalla legge. Elementi di altro tipo come permessi, R.O.L non goduti o congedi di altro tipo possono invece essere liquidati in busta paga.

Quando è possibile liquidare le ferie non godute in busta paga? Gli unici due casi contemplati dalla legge riguardano esclusivamente:

  1. La cessazione del rapporto lavorativo
  2. I giorni di ferie in eccesso rispetto al periodo minimo legale (solitamente 4 settimane annuali)

Nei casi sopra citati, la monetizzazione da parte del dipendente avviene tramite liquidazione in busta paga delle ferie non godute attraverso quella che viene definita “indennità sostitutiva per ferie non godute”.

Ferie non godute: cosa accade se non si rispettano i termini previsti?

Nel primo paragrafo abbiamo visto quelli che, sono i termini previsti dalla legge per la fruizione delle ferie non godute.

Ma cosa accade se non si rispettano queste scadenze?

I principali risvolti del mancato godimento delle ferie entro i termini sono di tipo sia fiscale che amministrativo. Dal punto di vista fiscale, il datore di lavoro è comunque tenuto al calcolo dei contributi previdenziali spettanti rispetto alle ferie non godute, che dovrà versare tramite modello F24 nel mese successivo a quello della scadenza. Questa complicazione nel calcolo è la principale conseguenza fiscale.

Dal punto di vista amministrativo invece, il mancato rispetto delle scadenze nella fruizione delle ferie non godute da parte dei dipendenti, sono previste delle sanzioni alle quali il datore di lavoro può vedersi costretto a far fronte. Scopriamo di più nel prossimo paragrafo.

Gestione ferie e permessi: sanzioni per mancato godimento entro i termini

Come anticipato sopra, se il lavoratore non gode delle ferie all’interno del periodo previsto dalla legge, il datore di lavoro incorre in una sanzione amministrativa. Questa sanzione amministrativa può variare, è rappresentata da una cifra che va:

  • dai 100 ai 600 euro, nel caso la violazione riguardi da 1 a 5 lavoratori
  • dai 400 ai 1500 euro, nel caso di 6 o più lavoratori o se è stata ripetuta per 2 anni
  • dagli 800 ai 4500 euro nel caso di 11 o più lavoratori o se è stata ripetuta per 4 anni

Non è da sottovalutare la possibilità del dipendente (nel caso in cui la mancata fruizione non sia avvenuta anche per la sua volontà) di adire alle vie legali. Il diritto alla fruizione delle ferie è importantissimo e giustamente tutelato dalla legge. Sarebbe controproducente, sia dal punto di vista economico che di tutela dell’immagine, rischiare tale possibilità.

Come evitare le sanzioni per la mancata fruizione delle ferie

Non sempre il datore di lavoro deve pagare una multa in casi di mancata fruizione delle ferie non godute da parte del lavoratore.

La più consigliata pratica per evitarlo, è quella di programmare con anticipo le ferie dei dipendenti. Predisporre un piano ferie da far approvare ai vari manager e team di lavoro è un modo semplice per definire in modo chiaro le finestre disponibili alla fruizione delle ferie. Dopo la sua presentazione, il dipendente non potrà provare che non gliene sia stata data la possibilità.

La definizione del piano ferie dovrebbe sempre tener conto sia delle esigenze aziendali che di quelle dei lavoratori. Permette però di creare una linea guida che non lasci spazio a fraintendimenti.

kpi aziendali

Factorial: il tuo software per la pianificazione delle ferie

In qualità di responsabile delle risorse umane della tua azienda, come puoi assicurarti di non incorrere in problemi nella gestione delle ferie non godute dai tuoi dipendenti? Semplice, puoi affidarti a Factorial HR!

Il suo software di pianificazione ferie aziendali e permessi aziendali ti permette di gestire con facilità il tuo piano ferie ed avere sempre sotto controllo la situazione relativa al saldo ferie dei tuoi dipendenti. Potrai creare una programmazione dettagliata e trasparente e minimizzare i rischi di incorrere in sanzioni ed altre complicanze spiacevoli.

Affidarsi ad un sistema automatizzato, inoltre, riduce il lavoro di previsione e calcolo manuale, migliorando e velocizzando la tua gestione.

Provalo gratis per 14 giorni, e scopri come un software può aiutarti nella pianificazione delle ferie aziendali non godute!

Per altri articoli e per file pre impostati per la pianificazione ferie aziendali dei tuoi dipendenti ti consigliamo questi articoli:

Leave a Comment