Vai al contenuto

Lavorare da remoto: consigli di sostenibilità per il benessere lavorativo [+Webinar]

lavorare da remoto

L’ultimo anno è stato perlopiù caratterizzato dall’incertezza, ma una cosa è decisamente chiara: per molti impiegati, lavorare da remoto sarà una realtà permanente. Da quando COVID-19 si è diffuso nel mondo, le settimane di lavoro da casa si sono trasformate in mesi e ora sembrerebbe che questa sia una modalità di lavoro che verrà adottata per sempre da alcune aziende. Sebbene ci siano diversi aspetti in cui è possibile osservare che il cambiamento ha avuto successo, ci sono però anche una serie di nuove e insolite sfide sul posto di lavoro.

Il contesto attuale esercita su tutti noi incertezza e stress che si trasferiscono a diversi ambiti della vita, e il lavoro non fa eccezione. Saper attuare una promozione, gestione e miglioramento del benessere lavorativo, fondamentale per mantenere la salute dei lavoratori e quindi delle organizzazioni. Alcuni suggerimenti per lavorare da remoto potrebbero sicuramente aiutarci.

Scarica QUI il modello Excel per rilevazione delle presenze

I migliori consigli per lavorare da remoto

I dipendenti che lavorano da casa a lungo termine hanno bisogno di strategie e suggerimenti sostenibili per lavorare a distanza per assicurarsi di essere in grado di produrre un lavoro della stessa (o migliore) qualità di prima della pandemia. Ciò significa sfruttare i migliori hack di produttività della psicologia e lavorare per perfezionare le strategie per il successo quando si lavora da remoto.

Se sei il leader di virtual teams, questo articolo ti aiuterà a supportare il tuo team nel lavorare da remoto in modo più efficace. Questi suggerimenti sono stati curati con un occhio alla sostenibilità, il che significa che hanno lo scopo di prevenire il burnout lavorativo attraverso benefici che si accumulano nel tempo. Prenditi un momento per capire come alcune semplici pratiche possono trasformare la qualità del lavoro dall’esperienza domestica, quindi condividi queste informazioni con i tuoi team.

Mantenersi sani

Tecnicamente, questo primo suggerimento non è direttamente correlato al lavoro da remoto, ma l’impatto indiretto che ha sulla capacità dei dipendenti di svolgere un ottimo lavoro è enorme.

Chiunque abbia affrontato sfide significative con la salute mentale o il benessere fisico sa quanto sia difficile concentrarsi sul lavoro quando non stai bene. Idealmente, dovresti sostenere il benessere dei dipendenti attraverso misure preventive, che spesso sembrano piccoli cambiamenti nello stile di vita ma possono cumulativamente equivalere a una grande differenza di salute. Questi piccoli cambiamenti sono di gran lunga preferibili alle ripercussioni più drammatiche di una grave crisi sanitaria.

  • Incoraggia i dipendenti a muoversi in abbondanza e nutrire il proprio corpo con cibi integrali e nutrienti.
  • Mentalmente, supporta i dipendenti a prendersi cura del loro benessere emotivo e implementa pratiche come la meditazione o la terapia per sostenere la salute mentale in qualsiasi misura di cui hanno bisogno.

Rimanere in salute non prevede una guida pratica valida per tutti, ma come leader dovresti far sapere ai tuoi dipendenti che sostieni i loro sforzi per prendersi cura di se stessi. A seconda della posizione, potrebbe avere senso farlo attraverso un programma di benessere sponsorizzato dall’azienda. Ricorda, una buona salute è una base importante per un ottimo lavoro.

Scarica QUI il modello Excel per rilevazione delle presenze

Definire uno spazio di lavoro

Il lavoro e la casa si sono improvvisamente fusi e per molte persone lo sono anche i confini tra la vita privata e quella professionale.

La confusione del lavoro e del tempo libero può essere un percorso veloce verso il burnout. Uno dei modi migliori per combatterlo è separare letteralmente le aree in cui lavorano i dipendenti da quelle in cui si rilassano, anche se entrambe si trovano nella stessa casa.

Mentre alcune persone saranno attrezzate per allestire uffici domestici per lavorare da remoto, altri potrebbero doversi accontentare di una scrivania nell’angolo del loro piccolo spazio vitale. Incoraggia i dipendenti a lavorare con ciò che hanno e, se puoi, valuta la possibilità di offrire un piccolo stipendio per aiutarli a creare un ambiente di lavoro più confortevole, acquistando attrezzature ergonomiche, forniture per ufficio o qualsiasi altro servizio che possa farli sentire più a loro agio nell’ufficio a casa.

👉 Impara a gestire i tuoi lavoratori in smart working con questi consigli di produttività.

Lavora in brevi intervalli di tempo

Basato originariamente sulla tecnica del Pomodoro di Frances Cirillo, lavorare a brevi intervalli può essere un modo estremamente efficace per aumentare la produttività, soprattutto nei giorni in cui i dipendenti trascinano i piedi per muoversi. La tecnica tradizionale del Pomodoro prescrive di lavorare a intervalli di 25 minuti (il tempo teoricamente necessario per fare la pasta al Pomodoro, da cui il nome) con brevi pause tra gli intervalli, durante i quali ci si disconnette completamente dal lavoro.

Per alcune persone, gli intervalli di 25 minuti sono giusti, mentre per altri 40 o 50 minuti potrebbero avere più senso. Incoraggia i dipendenti a sperimentare e a trovare ciò che è giusto per loro. Qualunque cosa sia, la logica che sta alla base della Tecnica del Pomodoro reggerà: mentalmente è molto più facile impegnarsi a lavorare per 25 o 40 minuti che sedersi fisso alla scro di completare un intero progetto.

👉 Potrebbe interessarti questa guida in cui elenchiamo ben 12 tecniche per misurare e aumentare la produttività in azienda, inclusa la tecnica del pomodoro!

Celebra i risultati

Uno degli aggiustamenti più importanti quando si passa dal lavoro in ufficio a lavorare da remoto è la diminuzione del livello di visibilità. Mentre in ufficio, i dipendenti sanno che i loro manager li vedono digitare furiosamente durante il giorno senza interruzioni, a casa non ci sono testimoni.

Anche se il tuo team comunica ancora molto e rivede regolarmente i progetti, lavorare da remoto tende comunque a lasciare i dipendenti affamati di riconoscimenti.

Uno dei modi migliori per combattere questo problema è implementare formalmente pratiche che rendano facile per il tuo team celebrare il successo attraverso un programma di riconoscimento a livello aziendale. I programmi di riconoscimento dei dipendenti rendono facile per i membri del team celebrare il successo reciproco e i messaggi di apprezzamento vengono visualizzati in un feed sociale pubblico in modo che gli altri dipendenti possano partecipare esprimento il loro apprezzamento.

👉 Scopri su questo articolo come creare un sistema di comunicazione interna aziendale efficace.

come lavorare da remoto

Adotta un mindset di crescita

La nostra raccomandazione finale è una lezione importante non solo per il lavoro ma per la vita in generale. Gli studi sulla mentalità di crescita mostrano che le persone che concettualizzano il talento e altre abilità come tratti fissi hanno molte meno probabilità di progredire e migliorare rispetto alle persone che credono che le abilità possano essere sviluppate.

La logica è abbastanza ovvia: se ritieni che non ci sia spazio per migliorare, perché dovresti provare? D’altra parte, se ritieni che le tue capacità possano essere sviluppate e rafforzate, è molto più probabile che tu cerchi opportunità di miglioramento e investi lo sforzo necessario per trasformare quelle opportunità in crescita.

Gli effetti di una mentalità di crescita si applicano a quasi tutto nella vita.

In particolare a chi tocca lavorare da remoto, avere un mindset di crescita significa che i dipendenti non dovrebbero lasciare che un paio di giorni di riposo o addirittura settimane li scoraggino dal lavorare continuamente per affinare l’efficacia della loro situazione di lavoro a distanza. Alcune strategie aiuteranno, altre no, e quasi certamente ci saranno sfide lungo il percorso, ma se puoi incoraggiare il tuo team a tenere d’occhio il miglioramento e mantenere la convinzione che può sempre continuare a crescere, tutti saranno molto più equipaggiati per il successo.

Lavorare da remoto con successo si può fare! Scopri come con i suggerimenti dell’imprenditore Simone Terreni 👇

Cos’è il benessere lavorativo e come lavorare da remoto?

Nelle risorse umane, il benessere lavorativo è un concetto strettamente correlato alla sicurezza e la salute sul lavoro. In generale, si tratta di diverse misure, politiche e programmi che le aziende implementano per contribuire a migliorare la qualità della vita dei propri lavoratori.

Indipendentemente dalle questioni oggettive che riguardano la performance professionale, come il numero di ore settimanali, il grado di responsabilità e la percezione della retribuzione, ci sono altri elementi un po’ più soggettivi che hanno un impatto diretto sulla performance dei dipendenti che può essere positivo o negativo.

Il benessere sul lavoro è di per sé un termine completo che comprende tutto, dal comfort delle strutture alla possibilità di offrire attività ricreative al di fuori dell’orario di lavoro. Il tutto per rendere sopportabile e soddisfacente l’esperienza del lavoratore.

Banner Software HR Factorial Smart Working

Come si ottiene il benessere lavorativo se si deve lavorare da remoto?

Lavorare da remoto ha enormi vantaggi per i lavoratori e le aziende, grazie alla flessibilità e alla libertà quando si tratta di orari. I problemi, però, emergono quando lavorare da remoto diventa quasi un obbligo per non avere uffici tradizionali o avere spazi ricreativi fuori casa.

In questo scenario, il rischio di burnout è alto, poiché tutti i membri di un’organizzazione trascorrono troppe ore davanti al computer e, senza autodisciplina, è molto facile che i confini tra vita personale e vita lavorativa siano sfumati.

Fortunatamente, ci sono modi in cui le aziende possono incoraggiare i lavoratori ad avere una corretta “igiene mentale”.

  • Scoraggia le comunicazioni fuori orario.
    Non si tratta solo di non contattare i dipendenti una volta che si sono scollegati, ma di non rispondere ai messaggi ricevuti da loro durante l’orario non lavorativo. Ciò contribuisce a generare un’abitudine e quindi una cultura in cui la routine lavorativa e la vita personale sono separate.
  • Incoraggia pause pranzo ben definite.
    Per mancanza di abitudine o comodità, c’è chi perde preziose ore di lavoro in cucina da casa che poi dovrà recuperare e chi salta direttamente il pranzo. Entrambi i comportamenti influenzano non solo le prestazioni ma anche la salute, quindi una buona idea è quella di stabilire un programma di pause concordato di comune accordo per incoraggiare questo aspetto.
  • Controlla le attività senza invadere la privacy.
    Le aziende hanno il diritto di monitorare le attività dei propri lavoratori, di sapere se raggiungono i loro obiettivi e come gestiscono il loro tempo, ma questo non deve mai superare i limiti della loro privacy o della vita personale.

👉 Se cerchi gli strumenti insoliti ma efficaci per lo smart working li trovi in questa guida che abbiamo preparato per te.

Scarica qui il Kit Rilevazione Presenze

Esempi di attività da fare per lavorare da remoto e mantenere alto il livello di benessere 

Nel lavoro tradizionale, pensare ad attività che hanno un impatto positivo non solo è più semplice, ma offre anche maggiori possibilità. Sebbene sia un modo sicuro e flessibile, lavorare da remoto presenta sfide uniche a causa dei limiti spaziali di non essere in grado di spostarsi o di raggrupparsi in un luogo comune.

Nonostante ciò, esistono modi virtuali per generare attività di benessere legate al lavoro da remoto.

1. Genera sfide virtuali.
Può riguardare il raggiungimento degli obiettivi di lavoro o essere un semplice gioco. Inviare un’e-mail settimanale a diversi lavoratori, team, aree o all’intero staff con un obiettivo da raggiungere per un periodo di tempo che abbia una dovuta ricompensa, è una buona idea per motivare i tuoi dipendenti.

2. Implementare un programma di coaching.
Si può fare mentoring con altri colleghi, superiori o formatori di altre aziende o istituzioni. I programmi di coaching sono personalizzabili e fanno molto non solo per dimostrare che apprezziamo l’ambizione professionale dei nostri dipendenti, ma che siamo disposti a coltivare attivamente questo aspetto.

3. Scommetti sul divertimento online.
Senza stretto contatto e con distanza sociale. I giochi online collaborativi sono un ottimo modo per convincere diversi lavoratori a legarsi e formare legami al di fuori dell’ambiente di lavoro. Che sia da una console, da un computer o da un telefono cellulare, incoraggiare la creazione di attrezzature per i giochi online è un’ottima iniziativa per migliorare il benessere sul lavoro.

4. Adottare attività di benessere a distanza.
La salute non è solo “non essere malati” ma prevenire la comparsa di disagio. Sebbene le aziende e coloro che gestiscono le risorse umane non siano medici, possono generare cambiamenti positivi nella salute dei propri dipendenti con l’introduzione di attività online in tal senso, come lo yoga o la meditazione.

lavorare da remoto significato

Benessere e produttività per lavorare da remoto

Il benessere lavorativo e la produttività quando si deve lavorare da remoto sono due elementi che non possono essere compresi separatamente. Lavorare da remoto, soprattutto per chi non ha l’abitudine o si trova in aziende in fase di digitalizzazione, può essere una vera sfida.

La mancanza di una routine che sembri rigorosa, come accade quando dobbiamo trasferirci in ufficio, del contatto umano, e la possibilità di distrarci con i nostri partner, influiscono sul benessere aziendale, personale e quindi sulla produttività.

In senso opposto, il senso di appartenenza, la sensazione che non solo si lavora per ricevere uno stipendio ma che sia parte di qualcosa di “più grande”, nel lavoro tradizionale e nel lavorare da remoto, si traducono direttamente in un aumento delle prestazioni del dipendenti.

Questionario sul benessere lavorativo per i dipendenti che devono lavorare da remoto

Per sapere se i dipendenti stanno bene nell’ambiente di lavoro, una buona iniziativa è quella di implementare un questionario che può essere anonimo (a seconda della situazione e delle politiche aziendali) in cui su una scala da 1 a 10 i membri dell’organizzazione possono riflettere su come si sentono, anche per quanto riguarda lavorare da remoto.

Alcune domande interessanti da includere possono essere:

Attualmente nel mio lavoro sento….

  • Irrequietezza
  • Tranquillità
  • Impotenza
  • Malessere
  • Benessere
  • Diffidenza
  • Fiducia
  • Incertezza
  • Certezza
  • Confusione
  • Chiarezza
  • Mancanza di speranza
  • Difficoltà

Nella mia carriera, le aree in cui provo frustrazione sono …

  • La mia prestazione professionale
  • La mia capacità di gestire il mio carico di lavoro
  • La qualità delle mie condizioni di lavoro
  • La mia autostima professionale
  • La cordialità nel mio ambiente di lavoro
  • La conciliazione del mio lavoro con la mia vita privata
  • La mia fiducia nel mio futuro professionale
  • La mia qualità della vita lavorativa
  • Il significato del mio lavoro
  • La mia conformità con le linee guida

Sei pronto a implementare questi suggerimenti sostenibili per lavorare da remoto?

Le raccomandazioni fornite in questo articolo si concentrano sul potenziamento dei dipendenti per sviluppare abitudini sostenibili che rendono più efficace lavorare da remoto a lungo termine. Sebbene tutti questi siano aggiustamenti relativamente minori al modo in cui i dipendenti potrebbero già lavorare da casa, quando si utilizzano questi suggerimenti per il lavorare da remoto insieme possono avere un impatto molto grande sulla qualità e sul successo dell’esperienza dei dipendenti.

Software HR Factorial

✅ Prova Factorial gratis per 14 giorni e scopri come far lavorare da remoto i tuoi dipendenti con successo!

Questo articolo è disponibile anche in: English US

Isotta è Content Marketing Specialist in Factorial ed è appassionata di comunicazione, copywriting, social media e HR. Ama la natura, viaggiare e giocare a pallavolo.

Post correlati

Lascia un commento