Vai al contenuto
test sulla motivazione al lavoro

Incoraggiare e misurare la motivazione al lavoro [+test gratis]

Non è solo un fattore chiave per la produttività e la performance dei dipendenti e, quindi, per la crescita delle aziende. La motivazione al lavoro è un elemento spesso trascurato all’interno delle organizzazioni e che incide direttamente sulla salute e sul benessere dei lavoratori.

Conoscere qual è il mood, come si sentono i nostri dipendenti, è fondamentale per poter lavorare su politiche che vanno dalla comunicazione interna alla remunerazione flessibile. Conoscere quale livello di motivazione lavorativa ha il nostro personale si ottiene con misurazioni che aiutano a stimolare questo aspetto.

👉 Scarica il test gratuito di motivazione al lavoro 👈

Cos’è la motivazione al lavoro?

Per definizione, la motivazione al lavoro è semplicemente una sensazione di benessere o appagamento che si ottiene dopo aver completato un compito o raggiunto un obiettivo. Potremmo dire che è qualcosa come una “ricompensa emotiva” che si ottiene una volta raggiunto un obiettivo, in questo caso, legato al lavoro.

Dal lato delle aziende, il ruolo nella motivazione al lavoro è proprio quello di riuscire a generare un ambiente in cui questo sentimento sia presente nei dipendenti, facendoli entrare in contatto con l’azienda e sviluppando a loro agio la carriera professionale.

La motivazione al lavoro (così come la demotivazione) ha come caratteristica principale quella di essere contagiosa, estremamente contagiosa. Un lavoratore immotivato lavorerà a un ritmo più lento, con riluttanza, portando meno risultati.

Benefici della motivazione al lavoro

Mantenere e migliorare la motivazione dei dipendenti è spesso una vera sfida e persino un problema (e grande) per le aziende. Infatti, maggiore è il personale e le responsabilità, più difficile è mantenere livelli ottimali di motivazione.

Ciò può essere dovuto al fatto che, essendoci più ruoli, ci sono quindi più aree, che possono utilizzare profili professionali i cui interessi potrebbero non essere condivisi. Pertanto, le aziende devono lavorare per trovare modi per mantenere alti i livelli di motivazione del proprio personale.

Alcuni dei vantaggi di mantenere alti livelli di motivazione al lavoro si traducono in:

  • Livelli di produttività più elevati.
  • Livelli inferiori di assenteismo.
  • Livelli inferiori di turnover del personale.
  • Ottima reputazione e assunzioni più solide.
  • Migliora l’esperienza dei dipendenti.

motivazione al lavoro

Come funziona la motivazione al lavoro?

In generale, la motivazione (e questo non sfugge al posto di lavoro) può essere intesa come un “circuito di soddisfazione”. Secondo l’autore Beatríz Valderrama nel suo libro Motivación inteligente, el impulso para lograr tus metas (la spinta per raggiungere i tuoi obiettivi) c’è un innato bisogno nelle persone di raggiungere gli obiettivi, che è alimentato dalla percezione di fiducia per poterli raggiungere.

La ripetizione di azioni volte al raggiungimento degli obiettivi si traduce nella creazione di abitudini e apprendimenti che rafforzano questo stimolo e conseguentemente portano a una maggiore soddisfazione in quello che viene definito un “circolo virtuoso”.

In senso opposto, quando non esiste una ricompensa per lo sforzo fatto per ottenere un risultato (sia soggettivo che oggettivo), ciò che viene generato invece della soddisfazione è frustrazione. E questa è anche una sensazione altamente contagiosa che va a scapito delle prestazioni lavorative di lavoratori e team.

Motivazione intrinseca ed estrinseca

Nella vita come sul posto di lavoro, quando si fa riferimento alla motivazione dobbiamo essere chiari che questa è “una strada che va in due direzioni”. Da un lato c’è la motivazione intrinseca e dall’altro la motivazione estrinseca.

Il primo è legato all’aspetto interiore di ogni persona, ai suoi interessi, obiettivi, paure e alle proprie ambizioni. In senso opposto, il secondo concetto è naturalmente associato a stimoli che provengono dall’esterno, come la pressione sociale, il rapporto con colleghi e superiori, il contesto generale, ecc.

Dal punto di vista delle aziende, naturalmente, non possiamo fare altro che fare da driver di motivazione estrinseca offrendo ricompense e stimoli che aiutino, nel breve e medio periodo, ad “alimentare” la motivazione interiore.

Come misurare la motivazione al lavoro?

Il modo migliore per misurare la motivazione o qualsiasi altro aspetto che ci interessa chiarire nella nostra azienda è sempre utilizzare i KPI per le risorse umane. Ciò ci consentirà di avere una visione chiara e oggettiva di ciò che accade all’interno di ogni area e in ogni lavoratore.

Nel caso della motivazione al lavoro, da Factorial HR sviluppiamo un test esclusivo che consiste in 10 domande a cui possono rispondere in modo anonimo i lavoratori dell’azienda.

Con indicatori di soddisfazione chiari e precisi, puoi distribuire questo modello nella rete di comunicazione interna della tua azienda o di persona e quindi attuare politiche per migliorare o mantenere la motivazione sul posto di lavoro.

motivazione lavorativa

Come migliorare la motivazione al lavoro?

Il modo migliore per aumentare la motivazione al lavoro è sapere qual è lo stato della propria azienda, ovvero mettere alla prova lo stato d’animo dei team o dell’intero staff. Tenendo conto che la gestione motivazionale non è altro che cercare di connettersi con la volontà dei dipendenti, l’ufficio risorse umane deve essere chiaro su quali aspetti possono essere coperti e quali sono più complessi.

Ritornando alle nozioni di motivazione intrinseca ed estrinseca, possiamo dire che i fattori interni, sui quali l’azienda ha il controllo, sono:

  • Soldi, stipendio e bonus.
  • Riconoscimento delle prestazioni.
  • Tempo libero.
  • Trattamento di qualità e preferenza delle attività.
  • Promozione e sviluppo professionale.
  • Autonomia all’interno dell’azienda.
  • Formazione.
  • Attività all’aperto o fuori orario di lavoro.
  • Modelli organizzativi

15 esempi di motivazione al lavoro

Come sempre insistiamo, quando si implementano le politiche delle risorse umane in qualsiasi azienda, non ci sono ricette magiche o tecniche infallibili. Come accade nelle famiglie, “ogni azienda è un mondo” e nessuno, tranne il responsabile delle risorse umane, conosce meglio il proprio personale e la cultura aziendale della propria impresa.

In quanto tale, dovrebbe essere questa figura che usa tutta la sua creatività e conoscenza a favore del raggiungimento di un ambiente di lavoro ottimale. Tuttavia, ci sono alcune idee che non dovrebbero essere trascurate e che possono iniziare ad essere implementate in questo momento:

  1. Mantieni una comunicazione regolare per migliorare i rapporti di lavoro.
  2. Richiedi informazioni sulle decisioni di alto livello ai lavoratori che compongono la forza lavoro.
  3. Assegna progetti che possono significare miglioramenti favorevoli, a membri del team o dipendenti che ottengono risultati migliori.
  4. Assegna un premio, un certificato o una menzione per quella buona prestazione.
  5. Festeggia i compleanni dei dipendenti.
  6. Avvisa un subordinato di possibili azioni disciplinari quando non soddisfa le aspettative.
  7. Dai aumenti di stipendio alle persone che dimostrano di essere motivate.
  8. Concedi bonus al personale in base alle prestazioni.
  9. Crea un ambiente confortevole, ergonomico e salutare.
  10. Consenti e incoraggia i team / i dipendenti a raggiungere gli obiettivi attraverso i propri metodi. Dai loro libertà.
  11. Sviluppare un sistema in cui i dipendenti possano confrontare le proprie prestazioni e potenzialmente ricevere un premio se sono la persona con il punteggio più alto.
  12. Riconosci pubblicamente le persone per i loro talenti e contributi sul posto di lavoro.
  13. Attua programmi di salute e benessere sul lavoro.
  14. Stabilisci obiettivi di rendimento con i membri del team.
  15. Implementa opportunità o esercizi di team building per migliorare il morale, la collaborazione e la comunicazione.

3 Tecniche per la motivazione durante telelavoro e smart working

Essendo fuori ufficio e dentro casa, sorgono nuove sfide in termini di gestione dei team e di interazione con loro. Nello specifico, il grande svantaggio del telelavoro è la mancanza di contatto umano con altri dipendenti, un aspetto fondamentale per rafforzare i legami e raggiungere un senso di appartenenza in qualsiasi organizzazione.

Questo fattore emotivo e sociale è fondamentale e non dovrebbe essere trascurato. Per poterlo gestire a distanza, queste tre tecniche saranno di grande aiuto:

  • Attività ricreative online.

Incoraggia i tuoi lavoratori a connettersi al di fuori dell’orario di lavoro con giochi online, webinar, workshop o semplicemente conversazioni che sostituiscono l’uscita nei bar. Ciò contribuisce a creare la comunità e rafforzare i legami tra i team.

  • Sfide settimanali virtuali.

Possono essere sfide lavorative come contattare un certo numero di clienti tramite posta o telefono. Puoi inviare un’e-mail all’inizio di ogni settimana e porre una sfida che, una volta completata, la persona o le squadre riceveranno una ricompensa.

  • Orari flessibili.

Lavorare da casa può essere faticoso e mantenere la stessa routine dell’ufficio può contrastare la produttività. Offri ai tuoi dipendenti pause attive e flessibilità nell’ingresso o uscita dal lavoro, purché rispettino il volume di ore corrispondente.

  • Piani di motivazione al lavoro.

Mantenere la motivazione al lavoro è una delle grandi responsabilità dell’area risorse umane e intraprendere questo percorso può essere, a volte, difficile. Ma come sempre, porterà grandi benefici che promettono di trasformare in meglio la vita dei lavoratori.

Concentra tutte le attività e i processi di gestione nella tua zona in un software basato su cloud. Esegui attività come rilevazione delle presenze, gestione delle buste paga e vacanze senza scaricare programmi e concentrati su ciò che conta davvero: far crescere la tua azienda!

software risorse umane

✅ Prova il software di Factorial gratuitamente per 14 giorni e migliora la gestione delle risorse umane!

This post is also available in: Español Português PT

Related Posts

Lascia un commento