Vai al contenuto
recruiting linkedin

Recruiting Linkedin: come sfruttarlo nel processo di ricerca e selezione del personale

Come funziona il recruiting Linkedin? Perché è importante sfruttarlo nel tuo processo di ricerca e selezione?

Per noi di Factorial è quasi un mantra: sono prima di tutto i dipendenti che compongono un’azienda a renderla grande. Proprio per questo, la gestione dei talenti è un aspetto che affrontiamo spesso quando parliamo a datori di lavoro e responsabili HR, il quale comincia con la scelta e l’assunzione dei migliori candidati.

Nel mercato del lavoro di oggi, però, sempre più spesso non sono le aziende a scegliere i candidati, ma l’opposto. I candidati di oggi hanno un maggiore accesso alle informazioni, a più opportunità di lavoro e possono contare sulla concorrenza tra aziende desiderose di “accaparrarsi” i talenti più qualificati.

Le aziende di tutto il mondo se ne stanno rendendo conto: la forza lavoro dei Millennial sta riscrivendo le regole del mercato che abbiamo vissuto fino ad ora e questi cambiamenti richiedono un nuovo approccio al recruiting online dei talenti. Fare rectuiting su Linkedin rappresenta un’ottima strategia per riuscire a capire come i talenti prendono le decisioni relative alla loro carriera, come cercano e trovano le opportunità professionali.

In questo articolo, scopriamo insieme come funziona il recruiting su Linkedin, quali sono gli aspetti più importanti e come puoi sfruttarlo per i tuoi processi di ricerca e selezione.

checklist recruiting modello gratis

Perché affidarsi a Linkedin per il recruiting online?

LinkedIn è il social network professionale per eccellenza, il più grande e in più rapida crescita per i professionisti. La piattaforma conta oltre 700 milioni di talenti e aziende di tutto il mondo che la utilizzano per connettersi, tenersi informati, cercare lavoro e assumere.

Su Linkedin ogni giorno avvengono miliardi di interazioni e i membri aggiornano i loro profili professionali con nuove competenze, raccomandazioni, attestati di formazione ed esperienze lavorative. Su Linkedin vengono anche spesso costruite relazioni tra le aziende e i dipendenti, i quali possono interagire con i contenti e seguire le varie pagine aziendali.

Oltre alle soluzioni gratuite, la piattaforma offre moltissime funzionalità a pagamento attraverso le “LinkedIn Talent Solutions”: un insieme di strumenti analitici per aiutare recruiter e responsabili HR ad organizzare le informazioni, trovare i candidati di cui hanno bisogno, costruire e mantenere relazioni e convertirle in assunzioni qualificate.

software-recruiting-del-personale

Recruiting Linkedin: le fasi del percorso dei candidati

Prima di iniziare a fare recruiting su Linkedin è importante avere ben chiaro come funziona il percorso di avvicinamento dei candidati, dal primo contatto fino ed oltre all’assunzione. I talenti si muovono in questo percorso ognuno al proprio ritmo. Alcuni ottengono subito quante più informazioni possibile su un’azienda, altri instaurano un’affinità dopo un’interazione e si candidano per una posizione aperta nel giro di poche settimane. Altri ancora si mantengono in una fase di stallo per mesi (o addirittura anni) prima di prendere in considerazione un cambio di carriera.

Ma un recruiter non ha tempo da perdere. Fortunatamente, esistono dei passi concreti che puoi seguire per aiutare i candidati a muoversi attraverso le varie fasi del processo più velocemente: rimanendo sempre visibile, coltivando le relazioni con i candidati lungo il percorso e utilizzando i preziosi insight di LinkedIn per identificare i talenti che hanno più probabilità di considerare la tua azienda come datore di lavoro.

Ecco le principali fasi del percorso dei candidati nei processi di HR recruitment su Linkedin:

  • Scoperta: i candidati si dimostrano aperti a nuove opportunità e cominciano a conoscere e scoprire di più sulla tua azienda
  • Attrazione: i candidati iniziano a creare le proprie opinioni sulla tua azienda. In altre parole, stanno costruendo una relazione con il tuo employer brand.
  • Candidatura: i candidati hanno finalmente deciso di impiegare il loro tempo e la loro energia per candidarsi alla tua posizione aperta.

👉  Scopri qui come promuovere diversità e inclusione e applicarle al reclutamento.

Recruiting HR: come rendere appetibile la tua azienda su Linkedin

recruitment software

Soprattutto nella prima fase, quella della scoperta, è importantissimo per le aziende puntare a massimizzare la visibilità e l’efficacia della propria immagine su Linkedin. Per aiutarti, abbiamo messo insieme alcuni consigli pratici che possono aiutarti.

Fai vedere che la tua azienda è un ottimo posto di lavoro

I candidati nella prima fase sanno che la tua azienda esiste, ma non stanno ancora pensando alle tue posizioni aperte. Prima che possano immaginarti come il loro prossimo datore di lavoro, hanno bisogno di saperne di più sulla tua azienda e iniziare a costruire una relazione di fiducia ed affinità.

Investendo nel tuo employer brand potrai aumentare la consapevolezza dei candidati verso la tua azienda, ottenendo enormi benefici dal punto di vista del recruiting online: le aziende con un employer brand forte spendono meno per le assunzioni e hanno un minore tasso di turnover dei dipendenti.

Rendi più autentico il tuo profilo Linkedin aziendale

Il tuo profilo LinkedIn è una sorta di “specchio” della tua azienda: fa vedere chi sei. Visitare i profili delle aziende è l’attività preferita dai candidati su LinkedIn, il che significa che il tuo profilo è spesso il primo elemento con il quale i talenti entrano in contatto e quindi anche il punto d’accesso per i potenziali candidati che vogliono conoscere meglio la tua azienda.

Proprio per questo è importante curarlo al meglio. È importante essere onesti, comunicare i propri valori, le proprie esperienze, i propri obiettivi e la personalità dell’azienda in modo autentico, preparando il terreno per una relazione di qualità con i futuri candidati. Non farlo, rischia di portarti a perdere degli ottimi potenziali candidati nel lungo periodo.

👉 Potrebbe interessarti questo articolo in cui approfondiamo il social recruiting, i suoi vantaggi e l’utilizzo in Italia.

Ottimizza la tua Pagina Carriera per distinguerti dai competitor

Nello stesso modo in cui il tuo profilo aziendale aiuta i talenti a conoscerti, la tua Pagina Carriera di LinkedIn aiuta i candidati a conoscere la tua azienda in un’ottica di datore di lavoro. È il posto in cui puoi gestire i dettagli della tua organizzazione e fornire ai candidati una panoramica di come potrebbe essere la loro vita da dipendente unendosi a te.

Se hai già un profilo aziendale su Linkedin, le Pagine Carriera rappresentano un prodotto a pagamento della “Linkedin Talent Solutions” che possono permetterti di indirizzare la tua messaggistica e le tue offerte di lavoro ai candidati migliori in base a parametri come la posizione, il settore e il tipo di competenze.

👉  Clicca qui per i nostri consigli su come risparmiare tempo nel processo di ricerca e selezione grazie al recruiting online.

Come attrarre i migliori candidati attraverso il recruiting su Linkedin

La seconda fase, quella dell’attrazione, è tanto importante quanto la fase di scoperta. Una volta che i candidati conoscono la tua azienda, sanno di cosa si occupa e quali sono i suoi valori è arrivato il momento di attirarli alla possibilità di unirsi al tuo team. Ecco un insieme di strategie efficaci da poter mettere in pratica su LinkedIn.

Coltiva le relazioni con i tuoi potenziali candidati

Ora che i tuoi potenziali candidati hanno una percezione completa della tua azienda come datore di lavoro, è il momento di coltivare queste nuove relazioni e “spingere” ancora di più i candidati lungo il loro percorso di avvicinamento verso la candidatura.

Per farlo dovrai costantemente mantenerti visibile, renderti utile alla tua rete su Linkedin e sfruttare le occasioni che si presentano per guadagnare la fiducia dei talenti a cui sei interessato.

Raggiungi i candidati condividendo post organici e sponsorizzati

I candidati hanno una soglia di attenzione bassa, e con tutte le informazioni che attraversano LinkedIn ogni giorno è importante per la tua azienda mettere sempre a disposizione i suoi migliori contenuti affinché finiscano di fronte al talento giusto nel momento giusto.

I post organici su Linkedin sono molto utili per:

  • Dimostrare di essere un più di un semplice datore di lavoro: attraendo i candidati con contenuti di valore che li aiutano nelle loro carriere, saranno più propensi ad affidarsi a te per la loro crescita professionale ed eventuali opportunità di lavoro.
  • Renderti visibile e accessibile: i post su Linkedin sono un ottimo metodo non troppo invasivo per continuare ad apparire di fronte ai tuoi candidati. Può volerci del tempo, ma ne vale la pena.
  • Ampliare il tuo raggio d’azione: più like, commenti e condivisioni riceve il tuo post, più ampio è il suo raggio d’azione nella rete di LinkedIn. Approfitta delle relazioni consolidate tra i tuoi dipendenti e i talenti sul mercato, in quanto renderanno più facile la condivisione dei tuoi contenuti.

Anche i post sponsorizzati di Linkedin possono essere un’importante arma nel tuo arsenale di recruiting:

  • Ti permettono di raggiungere un numero molto più ampio di contatti, oltre alla tua rete esistente di follower ed apparire direttamente nel feed di qualsiasi utente.
  • Puoi personalizzare la visione in base a diversi parametri come titolo di lavoro, settore, anzianità, campo di specializzazione e competenze, targettizzando gli utenti più importanti per te.

Lavora sui contatti dei tuoi dipendenti con gli annunci per il recruiting

I candidati che controllano i profili dei tuoi dipendenti hanno necessariamente un collegamento con loro e quindi è molto più probabile che conoscano la tua azienda e siano aperti alle nuove opportunità lavorative che hai da offrire. Sotto molti aspetti, sono candidati con un “quality score” più elevato.

Attraverso gli annunci di recruiting a pagamento di Linkedin puoi cercare di catturare l’attenzione di questi potenziali candidati facendo apparire degli annunci relativi alle tue posizioni aperte accanto ai profili dei tuoi dipendenti. In questo modo approfitterai di questo traffico indiretto cercando di canalizzare verso le tue offerte di lavoro.

👉  Clicca qui per i nostri suggerimenti per preparare un colloquio online.

Come convertire i talenti migliori in candidature con Linkedin

recruiting online

Arrivati a questo punto, i candidati conoscono il tuo employer brand e hanno già sviluppato un interesse nei confronti della tua azienda. In poche parole, hai gettato delle buone basi affinché si candidino alle tue posizioni aperte.

La chiave del successo in questa fase è iniziare delle conversazioni InMail (messaggio diretto Linkedin) convincenti e creare delle offerte di lavoro che motivino e ispirino i talenti migliori a candidarsi.

In questa fase, i potenziali candidati hanno più familiarità con l’azienda, ed è quindi più facile per loro determinare la propria compatibilità culturale e decidere di candidarsi. Ecco alcuni consigli pratici per massimizzare i risultati in questa fase.

Scrivere messaggi InMail che attirino l’attenzione dei talenti

Il sistema InMail di Linkedin ti permette di inviare facilmente messaggi diretti a chiunque sia sulla piattaforma. D’altra parte, riuscire a ricevere una risposta non è sempre così facile. La chiave per attirare l’attenzione è creare un messaggio personalizzato ed incisivo.

Varie stime sulla piattaforma indicano che il 70% dei talenti su LinkedIn sono candidati passivi:  non sono attivamente alla ricerca di un nuovo lavoro ma sarebbero aperti a una nuova opportunità se la ritenessero adatta a loro.

Sfrutta gli insight di LinkedIn per identificare i profili che hanno maggior probabilità di rispondere. Concentrati sui follower della tua Pagina Carriera, sui contatti dei tuoi dipendenti e controlla le persone che condividono i tuoi contenuti su LinkedIn.

Pubblicare lavori che eccitano i candidati giusti

Un annuncio di lavoro ha bisogno di molte componenti per essere efficace. Deve comunicare chiaramente le qualifiche e le competenze richieste per la posizione, trasmettere la tua cultura aziendale, accattivare chi lo legge, distinguersi dalla concorrenza e, infine, convincere i talenti a candidarsi.

In definitiva, il fine ultimo di un annuncio creato nella maniera giusta dovrebbe essere quello di attrarre i candidati migliori e scoraggiare quelli non adatti. Su LinkedIn, le tue opportunità non devono essere indirizzate indistintamente a chi cerca lavoro. È importante personalizzare, curare e ottimizzare gli annunci di lavoro per far sì che raggiungano solo le persone di cui hai bisogno, coinvolgendoli e spingendoli a candidarsi.

👉  Qui ti spieghiamo quanto sia importante la comunicazione non verbale durante i processi di reclutamento del personale.

Factorial per il tuo recruitment su Linkedin

Ora che hai a disposizioni tutte le conoscenze necessarie per gestire il tuo processo di ricerca e selezione su Linkedin è arrivato il momento di iniziare. Ma con tanti dipendenti, centinaia di canditati e diverse posizioni aperte, come puoi assicurarti di avere sempre tutto sotto controllo?

Con il rectuiting software di Factorial HR potrai gestire in maniera centralizzata la tua strategia di rectuiting su Linkedin:

  • Potrai creare le tue offerte di lavoro all’interno di Factorial e pubblicarle direttamente su LinkedIn o Indeed
  • Potrai monitorare i dati relativi ai tuoi candidati e alle tue assunzioni in un unico posto all’interno della dashboard di Factorial.

Scritto da Matteo Pizzinato

Pronto per dare una svolta al tuo rectuiting su Linkedin?
Prova Factorial gratis per 14 giorni e inizia subito a raggiungere i tuoi potenziali candidati online!

Isotta è Content Marketing Specialist in Factorial ed è appassionata di comunicazione, copywriting, social media e HR. Ama la natura, viaggiare e giocare a pallavolo.

Post correlati

Lascia un commento