Vai al contenuto
hr gamification

HR gamification aziendale: significato, esempi e come funziona

Cos’è l’HR gamification? Perché può essere importante per la gestione delle risorse umane?

Soprattutto negli ultimi anni, la gamification ha guadagnato molta attenzione come strategia di coinvolgimento e fidelizzazione dei clienti. Mentre molte aziende hanno già implementato la gamification esterna, quindi orientata al cliente, poche ancora hanno sperimentato i suoi effetti sul personale.

Come sappiamo, la gestione delle risorse umane è fondamentale e i clienti non possono essere l’unico focus di un’azienda. Far sentire i dipendenti coinvolti e motivati è importante per promuovere il loro senso di appartenenza e la loro produttività. I dipendenti dovrebbero essere i primi a poter beneficiare in modo significativo di programmi di HR gamification che riescano a creare un ambiente in cui sentirsi riconosciuti e premiati per i propri risultati, anche al di là di premi di produzione e benefit aziendali.

La gamification applica tecniche di motivazione comportamentale, trasportandole dai giochi tradizionali agli ambienti non ludici. Un programma di gamification efficace in realtà assomiglia più a un programma di fidelizzazione personalizzato, che invoglia a raggiungere veri obiettivi di business ben al di là di punti, medaglie e classifiche.

Mentre, come detto, è facile capire come si possa usare la gamification rivolta al clienti, anche i responsabili delle risorse umane di qualsiasi azienda possono sfruttare le tecniche di gamification per incentivare, stimolare e premiare i propri dipendenti.

In questo articolo, scopriamo cos’è l’HR gamification, come funziona e come può migliorare la gestione delle risorse umane nella tua azienda.

risorse umane software banner

Cos’è l’HR gamification?

Prima di entrare nei dettagli di questa pratica e di come può aiutare la tua azienda, capiamo meglio di cosa si tratta. L’HR Gamification, come abbiamo accennato, consiste nell’applicazione di tecniche di motivazione comportamentale riprese da contesti ludici a situazioni non di non-gioco. Con il crescere costante di millennials e appartenenti alla Generazione Z nel mondo del lavoro (oltre che una competitività sempre maggiore nel mercato dell’acquisizione dei talenti), la gamification in azienda può essere l’alleato ideale impegno di cui HR manager e datori di lavoro hanno bisogno. Dopotutto, se esistono metodi alternativi per un modo per coinvolgere i propri dipendenti e motivarli nella propria attività, perché non utilizzarli?

Una domanda, però, sorge spontanea: come esattamente può essere efficace?

Il sistema della gamification funziona in questo modo: sfrutta l’indole competitiva presente in ognuno di noi mentre giochiamo. In questo sorta di “stato”, ci sentiamo più coinvolti ed impegnati, sentiamo un maggiore senso di soddisfazione e siamo più disposti a fare un passo in più, a sforzarci di fare le scelte giuste. Il concetto della gamification, ad esempio, può aiutare un dipendente a completare con più impegno e più velocità un corso di formazione e,  man mano che i progressi aumentano, stimolare costantemente il suo impegno per invogliarlo a raggiungere i risultati previsti.

gamification esempi

👉 Rivoluziona la gestione delle risorse umane, con Factorial risparmi il 50% del tempo

HR gamification: come può migliorare la gestione delle risorse umane

Ora che abbiamo capito meglio cos’è la gamification e come funziona, è arrivato il momento di scoprire come può aiutarci nella gestione e organizzazione delle risorse umane. Sono vari i campi in cui questo tipo di approccio può essere utile ed è importante conoscerli per poter sfruttare appieno il suo potenziale ed ottenere i risultati che desideri.

Gamification e recruiting: un nuovo approccio alla selezione dei talenti

Puoi facilmente trasformare il processo di recruiting della tua azienda in un’esperienza di “gaming”, premiando i tuoi candidati con riconoscimenti e vantaggi concreti per il aver completato le varie fasi, dalla candidatura fino all’ultimo colloquio. Incentivare i candidati ad dare il meglio già durante il processo di selezione può aiutare non solo ad attrarre candidati motivati fin dall’inizio, ma anche velocizzare drasticamente i tempi di integrazione in azienda, in quanto i candidati sono già abituati a raggiungere costantemente obiettivi ed ottenere dei premi.

Allo stesso tempo, dal punto degli addetti alla selezione, anche i dipartimenti HR possono utilizzare la gamification internamente per premiare i migliori rectuiter ed incentivare i dipendenti a segnalare i migliori candidati nella propria rete di contatti. L’opportunità per un dipendente di ottenere un referral bonus (bonus di raccomandazione) può incentivarli ad assumere un ruolo più attivo nei processi di talent acquisition aziendale, contribuendo a migliorare i risultati e ad alleggerire il carico di lavoro del dipartimento HR stesso.

Coltivare la cultura aziendale e mantenere i dipendenti valorizzati

Mantenere i dipendenti impegnati e farli sentire parte del team è fondamentale per la fidelizzazione. Inoltre, questo tipo di attività è importante per riuscire a conservare il prezioso patrimonio di talenti che abbiamo acquisito, le conoscenze, i valori aziendali ed evitare un eccessivo turnover del personale.

Puoi usare la gamification per promuovere una cultura aziendale positiva premiando i dipendenti per la collaborazione tra vari dipartimenti, fornendo suggerimenti per il miglioramento di un processo o di un progetto, o anche incentivando la partecipazione a programmi di volontariato a livello aziendale, per esempio.

Puoi utilizzare software di HR gamification per monitorare queste attività e le opportunità disponibili, oltre a mostrare la partecipazione dei vari dipendenti tutti i colleghi, per stimolare una sorta di motivazione intrinseca. Un ulteriore aspetto positivo nell’utilizzo di una piattaforma di gamification, è che mantiene un registro di tutte le attività dei dipendenti nel programma. Questa nformazione si rivela molto preziosa nel momento in cui è necessario considerare promozioni, aumenti e altre ricompense per i dipendenti.

software risorse umane

Motivare i dipendenti a imparare e partecipare alla formazione aziendale

La formazione obbligatoria del personale, come i seminari sulla sicurezza sul lavoro, l’inclusione e altri programmi corporativi spesso non sono tra le priorità della maggior parte dei dipendenti, soprattutto quando in essi non viene vista una relazione diretta con le loro mansioni quotidiane. Motivarli a dedicare parte della loro giornata lavorativa al completamento di questi programmi può rivelarsi, quindi, una sfida complicata.

Creare un’esperienza di gamification attorno ai programmi di formazione online può stimolare maggiore interazione. I dipendenti che guadagnano premi e riconoscimenti per aver completato questi compiti (o missioni, nel gergo della gamification) sono molto più propensi a farne una priorità. Oltre a questo, i responsabili delle risorse umane possono vedere i programmi completati in modo più rapido ed omogeneo, senza dover ogni volta fare “pressione” e “dare la caccia” ai dipendenti per invitarli a completare i programmi.

Incentivare la compillazione dei documenti e altri aspetti burocratici

A nessuno piace perdere tempo con le scartoffie, soprattutto quando ha altri compiti più importanti ed impellenti da portare a termine. Ma, ahinoi, i documenti rappresentano passaggi necessari in aree come la compilazione dei moduli di iscrizione ai vari programmi aziendali e le note di rimborso spese. Quindi, perché non renderlo divertente?

Come per le richieste di partecipazione ai corsi di formazione, premiare i dipendenti riconoscendo pubblicamente il loro impegno (o fornendo dei benefit concreti) nella compilazione dei moduli richiesti può innescare una sorte di senso di competizione amichevole dentro al quale i dipendenti cerchino di superarsi l’un l’altro per il titolo di “miglior compilatore delle note spesa” o per “la più rapida compilazione dei moduli per l’aggiornamento dei benefit”.

📌Aiuta i tuoi dipendenti a ottenere la massima efficienza con Factorial

Aiuta i dipendenti a creare il proprio percorso verso il successo

Non è un segreto che l’esempio e il confronto costante con i propri colleghi sia  un potente motivatore che spinge i dipendenti a voler avere successo. Un dipendente che vede i suoi colleghi ricevere lodi, raggiungere obiettivi e migliorare costantemente, vuole sapere come può ottenere gli stessi risultati. Utilizzando la HR gamification, i dipartimenti delle risorse umane possono creare percorsi di carriera chiari, definiti e basati su delle missioni concrete,  che mostrano i progressi compiuti dai dipendenti per “salire di livello” all’interno dell’azienda.

Poniamo l’esempio del miglior venditore nella tua azienda: questo dipendente completa ogni anno, senza eccezzioni, il proprio training di aggiornamento, consegna le note di rimborso spese al massimo entro una settimana, mantiene sempre aggiornata la sua pipeline di potenziali clienti, converte 5 nuovi clienti ogni settimana e così via.

Inserendo i risultati di questo tipo di comportamento in una piattaforma di HR gamification, gli altri dipendenti potranno vederli, e rendersi conto da soli di cosa serve per diventare il miglior venditore in azienda. Il dipendente che sta raggiungendo risultati funge da guida per gli altri mostrando, indirettamente, qual è il percorso da compiere per riuscire ad arrivare in alto.

Incentiva il riconoscimento fra colleghi e crea una rete di dati unificata

Con la HR gamification è anche possibile creare sistemi di riconoscimento tra membri dello stesso team, con cui potersi congratulare l’un l’altro per il contributo dato nel raggiungimento di un obiettivo comune. E, anche in questo caso, tutti i dati sono tracciabili e monitorabili, creando un prezioso database con il quale tenere sotto controllo le conoscenze dei dipendenti e dell’azienda.

Consultando la piattaforma, è facile identificare i dipendenti che hanno ottenuto una determinata  certificazione di competenze specifiche, che hanno lavorato con dei clienti in un progetto specifico o che hanno fatto altri tipi di collaborazione. Il tutto, semplicemente attraverso i dati. Queste informazioni si combinano per creare una forza lavoro più efficiente, collaborativa, produttiva e motivata verso l’alto.

gamification significato

Perplessità sull’utilizzo della HR gamification in azienda

Anche se rapprsenta una pratica sempre più utilizzata in contesti aziendali, la HR gamification continua a solleavare alcune perplessità. Per alcuni, infatti, l’idea della gamification sembra una sorta di tentativo velato ed indiretto di indurre i dipendenti a fare ciò che già dovrebbero fare.

La verità dei fatti è che, se usata nel modo corretto, la HR gamifcation può essere utilizzata come un metodo estremamente efficace per contrastare l’abbasssamento generale del coivolgimento dei dipendenti nelle aziende.

Incoraggiare la motivazione al lavoro è fondamentale in un contesto lavorativo moderno e in costante mutamento come quello di oggi, governato da continui cambiamenti, instabilità e l’aumento sempre maggiore di contesti di smart working.

Utilizzando la gamification, datori di lavoro e responsabili HR possono riuscire ad aiutare i dipendenti ad essere più interattivi, gratificati e attenti al proprio lavoro. Dei processi di gamification aziendale possono aiutare ad ridurre o addirittura eliminare il malcontento dei dipendenti, facendo leva sulle motivazioni interne di ognuno.

Possono aiutare a promuovere il tipo di comportamento più adatto, migliorando efficienza, produttività e aumentando allo stesso tempo il fatturato e i costi di per la formazione di nuovo personale.

Esempi di HR gamification

La HR gamification è stata pensata per coinvolgere i dipendenti in modi diversi. Comporta, come abbiamo visto, dei meccanismi di riconoscimento (che stimolano l’impegno), di feedback, sano divertimento e collaborazione. Tutti questi meccanismi sono legati a stretto giro a con moltissimi processi aziendali che riguardano il personale.

Per questo, moltissime aziende hanno già deciso di implementare un sistema di gamification aziendale nelle proprie attività di gestione e organizzazione delle risorse umane. Vediamo assieme alcuni esempi concreti.

Cisco: gamification aziendale per incentivare la formazione

Cisco, impresa leader nelle networking solution, utilizza la gamification internamente in svariati settori della propria azienda. La formazione e lo sviluppo del personale sono soltanto due di questi. Cisco ha iniziato ad utilizzare i principi della gamification nei loro training sull’utlizzo dei social media per contribuire a costruire questo set di competenze nei loro dipendenti.

I responsabili del marketing hanno imparato ad usare Twitter per attrarre potenziali clienti, i responabili endite hanno imparato a utilizzare LinkedIn per raggiungere i loro prospetti e i recruiter  hanno imparato a utilizzarlo per migliorare la ricerca dei candidati.

In un’ottica di gamification aziendale, Cisco utilizza tre livelli di certificazione attraverso i quali vengono misurati e incentivati i progressi nello sviluppo di nuove competenze. Il fattore divertimento è aumentato dall’introduzione di piccole “sfide” di squadra. Ai partecipanti vengono assegnati dei badge per aver completato le varie sfide, rendendo il processo coinvolgente.

Deloitte: HR gamification per migliorare l’onboarding aziendale

L’ingelse Deloitte, famosissima azienda di servizi di consulenza e revisione contabile, ha digitalizzato e “gamificato” il proprio processo di onboarding dei dipendenti. I nuovi dipendenti vengono organizzati in squadre assieme agli altri neoassunti e imparano a conoscere le politiche di privacy, compliance aziendale, etica e le varie procedure aziendali online.

Possono porre nel loro team domande predefinite a cui tutti i partecipanti devono rispondere. In seguito, le risposte alle domande e i vari scenari vengono discussi nel team con l’obiettivo di trovare una risposta univoca.

Oltre a questo, Deloitte ha anche creato un tour virtuale dell’ufficio, pensato esattamente come un videogioco. Si inizia con una scena all’aeroporto dove i visitatori scelgono la loro destinazione, dopodiché,  i visitatori possono “volare” in quella città e arrivano all rispettivo ufficio virtuale locale di Deloitte, dove possono interagire con i dipendenti e farsi un’idea della cultura aziendale.

Google: la gamification come incentivo all’efficienza

E come potevamo non parlare dell’azienda (forse) più famosa al mondo? Anche Google utilizza la gamification aziendale per numerosi dei suoi processi interni. Uno fra i più interessanti riguarda il meccanismo di compliazione delle note di riborso spese: viene creato una sorta di “gioco sulle spese di viaggio”, dedicato a tutti quei dipendenti che, per lavoro, tendono a a spostarsi e viaggiare molto.

Per ogni quantità di denaro che viene risparmiata dai dipendenti in viaggio rispetto al loro budget iniziale, Google restituisce tramite questo sistema di gamification, la medesima somma ai dipendenti in aggiunta al loro stipendio (con l’opzione di devolverlo in beneficienza).

Se analizzato con calma, l’utilizzo di questo sistema è semplice quanto geniale: stimola implicitamente una maggiore disciplina di spesa nei dipendenti ed aiuta ad incentivare i dipendenti ad allocare le risorse in maniera più efficiente, mantenendoli allo stesso tempo motivati.

Marriott Hotel: gamification e recruiting

La grande catena alberghiera Marriot hotel, ha sviluppato un vero e proprio videogame per migliorare i propri processi di recruiting. Si chiama My Marriott Hotel e permette ai candidati di poter gestire il proprio hotel virtuale in cui creare un ristorante dedicato, organizzare l’inventario, gestire la formazione dei dipendenti e l’accoglienza degli ospiti.

Questa simulazione virtuale permette di avere un’esperienza verosimile di gestione di un’attività alberghiera. Nel gioco, il punteggio viene assegnato in base alla qualità del servizio clienti fornito dai partecipanti. Si possono anche vincere dei punti extra per ogni cliente soddisfatto e perdere punti nel caso l’opinione dei clienti non sia all’altezza.

Tecnicamente si tratta di un classico “business game” che, pur non essendo l’unico modo di fare gamification in azienda, è sicuramente uno dei metodi più coinvolgenti ed interattivi. Trasportando i nuovi candidati in un esperienza di assunzione immersiva e coinvolgente è possibile valutare con maggiore precisione il reale interesse e la motivazione ad affrontare l’incarico per il quale si sono candidati.

Scritto daMatteo Pizzinato

Prova Factorial gratuitamente per 14 giorni e migliora il tuo People Management!

Questo articolo è disponibile anche in: Portugal, Brasil, Mexican

Isotta è Content Marketing Specialist in Factorial ed è appassionata di comunicazione, copywriting, social media e HR. Ama la natura, viaggiare e giocare a pallavolo.

Post correlati

Lascia un commento