Organigrammi aziendali, quali tipi esistono e a cosa servono?

Gli organigrammi aziendali sono uno schema organizzativo che rappresenta graficamente la struttura interna di un’azienda. È particolarmente utile per l’ufficio delle Risorse Umane in quanto consente di visualizzare rapidamente la gerarchia aziendale per team.

Avere un organigramma con tutti i lavoratori di un’azienda è molto utile per visualizzare in modo chiaro e rapido la struttura interna, i ruoli, i diversi team e dipartimenti. Illustrare questo aspetto del business aiuterà i dipendenti a migliorare la comunicazione interna, a sapere a chi devono rivolgersi in ogni momento e, in definitiva, avere maggiori informazioni sulla società, i loro colleghi (e il tuo rapporto con loro) , i loro superiori, i loro subordinati, ecc. Può anche essere utile per i clienti, collaboratori e fornitori, sapere chi è responsabile di ciascuna area e risparmiare tempo contattando le persone sbagliate.

La sorpresa?

Non tutte le aziende credono di averne bisogno. Bene, l’organigramma aziendale  deve essere redatto nel momento in cui vengono creati e inclusi nel piano aziendale nuovi dipendenti. Una volta che l’azienda inizia a funzionare, l’organigramma deve essere riprogettato dal dipartimento Risorse umane.

Non importa se la tua azienda è grande o piccola, avere un organigramma sarà una buona soluzione per l’organizzazione e sappiamo già che l’organizzazione è la chiave per raggiungere gli obiettivi (e raggiungerli nel miglior modo possibile). Questo è un ulteriore passo nella progettazione della strategia aziendale generale. Vuoi saperne di più sugli organigrammi, i loro benefici e come progettarli? Continua a leggere.

Che cos’è un’organigramma aziendale

L’organigramma è un diagramma organizzativo che rappresenta graficamente la struttura interna di un’azienda. È particolarmente utile per il reparto Risorse umane, poiché consente di visualizzare rapidamente la gerarchia dell’azienda da parte dei team, a seconda di chi riferisce a ciascuna persona o chi è il responsabile di ogni team o dipendente.

Prima di concentrarci sulle funzioni degli organigrammi e sui loro benefici, esaminiamo quali elementi devono includere per avere un’idea migliore di ciò che illustreranno. Non tutti gli elementi devono apparire nel nostro organigramma, poiché ognuno deve adattarsi alla struttura e ai bisogni delle diverse società e riflettere le posizioni nel miglior modo possibile. Diamo un’occhiata a quegli elementi:

Apice strategico

Questo si riferisce ai top manager dell’azienda. Sono responsabili di prendere le decisioni che incidono maggiormente sull’azienda e sulla sua immagine, sono quelli che hanno bisogno della maggior parte dei processi da approvare, del massimo controllo degli altri dipartimenti che avranno e della maggior parte delle attività che delegheranno ai loro subordinati (che saranno ben indicati nell’organigramma).

Linea di mezzo

Questi sono i quadri intermedi dell’azienda e fungono da ponte tra i dirigenti senior e i lavoratori che sono responsabili dello svolgimento di azioni che influenzeranno direttamente l’azienda. Per questo motivo, la comunicazione per questo gruppo di dipendenti è cruciale e l’organigramma sarà il miglior alleato per la gestione dei team.

Core operativo

Lavoratori che sono in diretto contatto con le funzioni dell’azienda stessa. Che si tratti di produzione o distribuzione del bene o del servizio, questo gruppo di dipendenti sono coloro che trascorreranno più tempo a sviluppare azioni concrete che sono state, per la maggior parte, decise dall’apice strategico o, almeno, approvate da esso.

Personale di supporto

In molti casi, questi lavoratori non fanno completamente parte dell’azienda, ma sono subappaltati. In entrambi i casi, il loro ruolo è quello di supportare i lavoratori che svolgono un’attività specifica in modo che le prestazioni finali siano migliori.

organizza la tua azienda con gli organigrammi

A cosa servono gli organigrammi aziendali?

Gli organigrammi aziendali consentono alle aziende di analizzare in modo ordinato ciascuna delle strutture dell’organizzazione rappresentata. Svolgono un ruolo molto importante all’interno del dipartimento Risorse umane, riflettendo la struttura e le informazioni dell’intera organizzazione. In un organigramma aziendale è possibile trovare i nomi delle persone incaricate di dirigere ciascuno dei dipartimenti di una società o divisioni di un’entità e quindi spiegare le relazioni delle attuali competenze e relazioni gerarchiche.

Un organigramma ti consente di conoscere le informazioni essenziali sul funzionamento dell’azienda per coordinare diversi aspetti dell’attività e dei progetti che desideri realizzare. Inoltre, è un buon indicatore della crescita di un’azienda e questo sarà meglio dimensionato se ha uno strumento come l’organigramma.

Oltre a tutto ciò, avere un organigramma ha altri vantaggi:

 

  • Aiuta a definire meglio gli obiettivi generali e concreti di ciascun dipartimento e a dare seguito al modo in cui questi vengono realizzati (poiché è possibile seguire il filo delle azioni).
  • Per i lavoratori, il percorso verso l’avanzamento all’interno dell’azienda è più chiaro (e una possibile promozione non è altro che una sfida, qualcosa che può motivare il lavoratore a voler scalare l’organigramma e non un’idea astratta).
  • Illustra la catena di comando e come devono essere definite le relazioni all’interno dei dipartimenti. E, uno dei maggiori vantaggi è la possibilità di dividere e distribuire i diversi compiti tra i diversi dipendenti, dal più grande e più generale al più piccolo e più specifico, trasformandoli in obiettivi attuabili che aiuteranno la crescita e i benefici dell’intera azienda.
  • Permette di rilevare guasti nella struttura con cui è organizzata l’azienda e, con il suo miglioramento, ottimizzare le funzioni. Ad esempio, potresti avere un ruolo duplicato e non saperlo perché non puoi avere una visione chiara di chi fa cosa.
  • Gli organigrammi aziendali sono uno strumento che il dipartimento Risorse umane può utilizzare per apportare modifiche che facilitano la comunicazione tra dipendenti e team e migliorano i sistemi di lavoro.
  • Facilita il miglioramento della distribuzione dell’autorità. Un lavoratore potrebbe disporre di troppi filtri di approvazione per eseguire una semplice attività o potrebbero esserci problemi di comunicazione da parte di un leader. L’organigramma consente inoltre di rilevare quali ruoli funzionano e quali devono essere modificati.

organigrammi per la tua azienda

Che tipi d’organigramma esistono?

Senza entrare in questioni grafiche, ci sono 4 tipi d’organigramma aziendale:

Organigrammi informativi: offrono una visione semplificata dell’intera organizzazione in quanto mostrano solo le informazioni più rilevanti. Questo tipo di organigramma è messo a disposizione di tutto il pubblico (lavoratori) per comunicare la struttura di base dell’impresa.

Organigrammi organizzativi analitici: mostrano dati molto più dettagliati e specifici dell’organizzazione. Hanno uno scopo analitico che può aiutare a rilevare le perdite di bilancio, la distribuzione, le relazioni tra i reparti…

Organigrammi formali: rappresentano il modello operativo pianificato o formale di una compagnia e richiedono preventiva approvazione. Un organigramma che riflette una S.p.a sarà considerato un organigramma formale una volta approvato dalla direzione dell’azienda.

Organigrammi informali: in questo caso l’organigramma non è stato approvato dall’organizzazione.

Per l’organizzazione aziendale:

1. Organigramma gerarchico. È il più comune, poiché dipende dalla potenza o dal controllo all’interno dell’azienda (dal più alto al più basso), seguendo un disegno a piramide. Questo design facilita la comunicazione tra superiore e subordinato, oltre ad essere visivamente più chiaro, ma anche più rigido quando si definiscono le funzioni di ciascun lavoratore.

2. Organigramma a matrice. È tipico nelle aziende con più di un direttore per progetto o più di un superiore per dipartimento o lavoratore. La sua capacità di includere relazioni interdipartimentali può essere molto positiva per lo sviluppo di progetti comuni ma anche confondere nella gestione delle responsabilità.

3. Organigramma piatto. Un organigramma senza posizioni di comando intermedie, lasciando solo due ruoli; dirigenti e dipendenti. Implica una relazione molto più diretta, garantendo maggiore autonomia ai lavoratori.

Per le esigenze dell’azienda:

1. Organigramma generale. Le spese sono specificate fino al raggiungimento dei dipartimenti.

2. Organigramma completo. Va oltre, entrando in tutte le unità amministrative.

3. Organigramma funzionale. Vengono specificate tutte le posizioni esistenti nella società e possono essere aggiunte anche le attività che dipendono da ciascun ruolo.

banner controllo orario

In termini di rappresentazione visiva è possibile creare 4 tipi di organigrammi aziendali:

  1. Organigrammi orizzontali: sono disposti da sinistra a destra. I livelli gerarchici sono rappresentati per colonne.
  2. Organigrammi verticali: i dati sono rappresentati sotto forma di piramide. In cima alla piramide ci sono i manager o entità più importanti dell’impresa; alla base ci sono i lavoratori con il minor potere decisionale.
  3. Organigrammi circolari: Al centro c’è la direzione e intorno agli altri membri che occupano una posizione basata sulla loro posizione e potere decisionale.
  4. Organigrammi misti: comprende elementi verticali e orizzontali per maggior possibilità di rappresentazione grafica.

organizzazione aziendale con organigrammi

Come posso creare degli organigrammi aziendali?

Ti consiglio di leggere questo post per sapere come creare gli organigrammi aziendali ideali per la tua azienda. Troverai esempi e un modello gratuito già pronto da scaricare per creare il tuo in pochi minuti: Scarica il modello di organigramma gratis.

Con Factorial hai la possibilità di scaricare il modello d’organigramma gratis in Word o Powerpoint

Crea automaticamente e gratuitamente l’organigramma aziendale: senza modelli o disegni

This post is also available in: Español Português PT Mexican

Leave a Comment