Vai al contenuto
riconoscimento facciale

Riconoscimento facciale: come può ottimizzare le HR

E se ti dicessimo che per timbrare l’entrata in ufficio non devi fare nulla? Non devi ricordarti il badge aziendale, nè codici segreti o tantomeno compilare fogli Excel? Benvenuti nell’era del riconoscimento facciale!

Potremmo dire che esistono due tipi di aziende, o anzi meglio, due tipi di atteggiamenti principali di fronte alle novità. Ci sono quelle organizzazioni che rifiutano la novità e quelle che invece la accettano, la esaltano e la integrano nei loro processi.

Quando parliamo di innovazione nel campo delle risorse umane facciamo riferimento a strumenti e modelli di lavoro che consentono di risparmiare tempo, denaro, e che a fine giornata rendono migliore la vita lavorativa di tutti all’interno dell’azienda. Il riconoscimento facciale rende la timbratura, un processo necessario in tutte le aziende, più semplice e comodo che mai e in questo articolo ti spieghiamo come.

⬇️ Scarica il nostro modello gratis per la rilevazione delle presenze ⬇️

modello rilevazione prrpesenze dipendenti

Cos’è il riconoscimento facciale?

Per molti il riconoscimento facciale non suonerà come niente di nuovo. Siamo abituati all’utilizzo di questa tecnica, tanto che molti di noi sbloccano il proprio cellulare grazie al riconoscimento facciale consentito dal dispositivo.

Possiamo sicuramente individuare il riconoscimento facciale come uno dei protagonisti e delle svolte significative in materia tecnologica che caratterizzano il nostro tempo. In sintesi, il riconoscimento facciale non è che una tecnica biometrica che consente di identificare in maniera univoca il volto di una persona.

In questo si distingue dal semplice rilevamento del volto.

Riconoscimento facciale vs rilevamento del volto

Nonostante questi due termini vengano utilizzati spesso in maniera intercambiabile come sinonimi è importante capire che c’è una distinzione significativa, specialmente nel caso in cui un’azienda stia pensando di implementare una di queste soluzioni nei suoi sistemi.

Il rilevamento del volto può essere tradotto come la semplice rilevazione del volto di un soggetto. Per esempio, durante il periodo di pandemia a qualcuno sarà capitato, o forse capita ancora, di doversi fermare all’entrata del supermercato, di un farmacia o di un ufficio affinchè il sistema alla porta permetta di rilevare la temperatura e consenta l’accesso.

Questo tipo di strumenti non fanno altro che rilevare un volto umano. Il riconoscimento facciale invece consente di andare oltre, associando un volto a un’identità. In questo caso avremo un’analisi del sistema che andrà a cercare nel database le informazioni associate a quel volto. Proprio per questo l’applicazione del riconoscimento facciale può essere molto utile per dipendenti e imprese per rendere diversi processi facili e veloci.

Riconoscimento facciale: come funziona?

La tecnica del riconoscimento facciale è uno strumento biometrico proprio come l’impronta digitale, che viene utilizzata più comunemente per sbloccare dispositivi, grazie all’algoritmo che permette di identificare i tratti somatici di una persona.

Quello che avviene quando un volto appare di fronte a un software di riconoscimento facciale è la mappatura di quel volto. A essere mappati sono quei punti del viso considerati più importanti al fine del riconoscimento, come per esempio gli occhi, la posizione del naso, ecc.

Una volta individuati questi punti il sistema effettuerà un lavoro di confronto con altri volti fino a individuare la persona che effettivamente si trova di fronte. Grazie a questo sviluppo tecnologico oggi possiamo rivoluzionare uno dei tanti compiti quotidiani dei lavoratori, ovvera la timbratura della giornata lavorativa.

Software di riconoscimento facciale applicato alla rilevazione delle presenze

Quando si parla di rilevazione delle presenze ogni azienda ha il proprio metodo. Ci sono quelle che consentono la timbratura solo tramite badge, compilando fogli Excel, grazie a app, software desktop o software in cloud.

La rilevazione delle presenze ha conosciuto un’evoluzione importante e proprio perchè si tratta di un’operazione che deve essere compiuta da tutti all’interno dell’organizzazione, le aziende sono sempre alla ricerca di metodi per rendere la timbratura il più semplice e precisa possibile.

Software HR come Factorial, che guardano sempre avanti e cercano le soluzioni migliori per assistere i manager delle risorse umane nel loro lavoro quotidiano, si sono sviluppati per offrire un’ulteriore opzione di rilevazione delle presenze.

Sarà infatti possibile timbrare entrata e uscita dell’orario di lavoro semplicemente con il riconoscimento facciale. In questo modo sarà ancora più rapido marcare le proprie ore di lavoro.

software riconoscimento facciale

Metodi più innovativi per rilevare le presenze oggi

Come citato sopra, esistono diversi modi per rilevare le presenze dei dipendenti, ma due in particolare stanno prendendo piede e diventando popolari all’interno delle aziende. Ci sono aziende che rivolgono sempre uno sguardo all’innovazione e probabilmente conoscono già, e anzi hanno introdotto da tempo questi metodi, per altre invece potrebbe suonare come qualcosa di mai sentito prima.

App di rilevazione delle presenze

Le app di rilevazione delle presenze consentono di timbrare il cartellino, come si suol dire, direttamente dal dispositivo personale del dipendente.
Questa evoluzione si deve al fatto che ormai tutti siamo dotati di smartphone e connessione internet, esattamente ciò che si necessita per timbrare la presenza in un secondo tramite app. Ciascuna app offre diverse funzioni in base alle esigenze e abbiamo quelle che sono esclusive per la rilevazione delle presenze, e altre invece più complete, che consentono anche altre funzionalità come la gestione di ferie e assenze direttamente da cellulare, per esempio.

La principale comodità di un’app di rilevazione presenze è proprio la sua semplicità. Non c’è bisogno di nessuna introduzione manuale, con un clic le informazioni di timbratura verranno automaticamente aggiornate.

Con l’implementazione di un software per il riconoscimento facciale si elimina anche il passaggio del clic. Basterà posizionare il volto di fronte al dispositivo e la giornata lavorativa sarà correttamente timbrata. Non potrebbe essere più semplice, vero?

Codice QR di rilevazione delle presenze

I QR code sono un po’ ovunque al giorno d’oggi e vengono utilizzati per diversi scopi: per ricondurre utenti a pagine online, a negozi virtuali o per far scoprire playlist, tra i tanti. Quando parliamo di codici QR nell’ambito della rilevazione delle presenze facciamo riferimento a un codice barre univoco che viene adoperato per segnalare la propria presenza al lavoro.

Anche in questo caso la comodità e l’efficacia sono assicurate in quanto si necessita soltanto un telefono. Basterà mostrare il codice QR dove appositamente richiesto all’entrata e all’uscita dal lavoro.

Entrambi questi sistemi più innovativi fra i metodi di timbratura della presenza al lavoro sono stati sviluppati e integrati nel software di Factorial e pertanto consentono di rilevare la presenza dei dipendenti in un istante, mantenendo dei record di timbratura sempre aggiornati e accurati.

software risorse umane

Vantaggi dell’applicazione del riconoscimento facciale

Grazie all’utilizzo del riconoscimento facciale è possibile migliorare diversi aspetti nella vita dei dipendenti, ma non solo, anche del reparto delle risorse umane.

Innanzitutto, il vantaggio dei dipendenti sarà poter timbrare l’ingresso o uscita dal lavoro senza dover far nulla, semplicemente rivolgendo il dispositivo verso il proprio volto.
Dal lato delle risorse umane, ciò consentirà di avere orari precisi e aggiornati di giorno in giorno in maniera automatica, senza dover intervenire con compilazioni manuali.

In alcune aziende il riconoscimento facciale può essere particolarmente utile per gestire il flusso di persone che entrano e escono dagli uffici o dai magazzini. In altre occasioni il riconoscimento facciale può essere utile per garantire la sicurezza, dando accesso a spazi e luoghi soltanto alle persone autorizzate.

L’applicazione del riconoscimento facciale è sicuramente un passo avanti importante che conoscerà una diffusione sempre maggiore nei prossimi anni, visto quanto è utile e facile da utilizzare.

L’importanza della digitalizzazione dei processi aziendali

Nonostante si senta parlare in continuazione di innovazione e l’utilizzo della parola digitalizzazione sia esploso negli ultimi 12 mesi, ci sono ancora molte aziende che gestiscono i propri processi di rilevazione delle presenze attraverso metodi datati che non rispondo più alle esigenze della forza lavoro dei nostri giorni.

Abbiamo già preso in esame metodi obsoleti di rilevazione delle presenze in diversi articoli nel passato, ed è fondamentale capire perchè alcune metodologie non sono più adatte oggi.

Tutto cambia e tutto si trasforma e così anche le modalità di lavoro. Lo smart working e il telelavoro hanno ormai preso piede e sono a tutti gli effetti delle modalità di lavoro che sono venute per restare e in alcuni casi sostituire il lavoro dall’ufficio.

Il digitale oggi è la risorsa più importante che le aziende hanno a disposizione. La digitalizzazione dei processi aziendali è diventata cruciale per garantire il corretto svolgimento delle normali attività lavorative incluso la rilevazione delle presenze che oggi in molti contesti deve avvenire, per forza di cose, online.

Il software di rilevazione delle presenze di Factorial

Factorial è la soluzione in cloud per gestire, tra le altre cose, la rilevazione delle presenze dei dipendenti in maniera semplice e accurata, che permette di dire addio a badge e fogli Excel che fanno solo perdere tempo.

Grazie a Factorial sarà possibile:

  • Rilevare le ore lavorate dai dipendenti: sia i manager che i dipendenti potranno visualizzare gli orari di lavoro in pochi click, monitorare i turni, controllare ferie o assenze e inserire eventuali commenti.
  • Monitorare tutte le attività: i manager avranno la possibilità di approvare o rifiutare le schede attività dei dipendenti e gestire turni extra e straordinari.
  • Ridurre l’assenteismo: i manager potranno ricevere notifiche per le timbrature in entrata e uscita e controllare eventuali assenze ingiustificate.
  • Timbrare in modo semplice tramite app: i collaboratori potranno timbrare senza bisogno di cartellini o badge. Sarà sufficiente il proprio smartphone che terrà traccia anche della geolocalizzazione.
  • Firmare e approvare le ore dei dipendenti: approvare l’orario dei dipendenti sarà facile grazie alla firma digitale, consentendo così di velocizzare l’invio delle buste paga.
  • Permettere le timbrature tramite codice QR e riconoscimento facciale: con un semplice codice a barre, o semplicemente inquadrando il proprio viso con lo smartphone, i dipendenti potranno timbrare in entrata e in uscita in pochissimi secondi.
  • Visualizzare report e dati su orari e presenze: potrai scaricare riepiloghi settimanali e tenere sempre sott’occhio la produttività oraria dei dipendenti.

Hai già provato il software di rilevazione delle presenze di Factorial? Hai una prova gratis di 14 giorni!

This post is also available in: Português PT Mexican

Post correlati

Lascia un commento