Vai al contenuto
recruiting selezione personale

Recruiting: cosa significa e come farlo correttamente [+Modello gratis]

Recruiting significa trovare il dipendente ideale ed è un processo simile a trovare un ago in un pagliaio. Ci vuole molto lavoro per trovare una persona che abbia le capacità e l’esperienza di cui abbiamo bisogno e che sia anche la soluzione perfetta per la nostra azienda. Per attirare efficacemente professionisti di talento dal vasto pool di candidati e mantenerli, dovrai mettere alla prova il tuo processo di reclutamento.

Vuoi sapere di più? Continua a leggere.

Il processo di recruiting

Il recruiting è il processo di selezione che un dipartimento delle risorse umane deve svolgere per trovare la persona giusta per una posizione vacante. Un buon processo di recruiting o assunzione porta professionalità e valore alla tua azienda. D’altra parte sbagliare in questa fase può costare caro (Sai ​​cosa significa assumere il lavoratore sbagliato? Una perdita di tempo, risorse e budget.)

Ecco perché è così importante trovare un sistema che sia economico, ma allo stesso tempo tempo efficace. In qualità di professionista delle risorse umane, dovrai prendere le decisioni giuste per assicurarti un’ottimale selezione del personale, che aggiungerà valore all’azienda.

Al momento dell’assunzione, puoi cercare il dipendente dei tuoi sogni (sì, deve essere l’altra metà della tua azienda) all’esterno o all’interno dell’impresa. Cioè, puoi fare un contratto interno o esterno; ed entrambe le opzioni presentano vantaggi e limitazioni.

La cosa più importante è definire la strategia che attuerai per il tuo processo di recruiting o di e-recruitment.

👉 Potrebbe interessarti questo approfondimento sui software per il recruiting

Checklist per assumere i migliori candidati

Vuoi questo contenuto in PDF? Vai dritto all’obiettivo, scarica la nostra checklist per il recruiting e usalo come punto di riferimento quando devi assumere nuovi talenti per i tuoi team.

recruiting definizione

Prima del processo di recruiting

Non iniziare ad assumere a destra e a sinistra. Per prima cosa, prepara questi punti:

  • Definisci la posizione vacante o sostitutiva. Il primo passo in un processo di reclutamento è determinare quali esigenze ha l’azienda. È possibile eseguire un’analisi costi-benefici per esaminare se l’onboarding del nuovo assunto coprirebbe i costi di assunzione e di averli nel team.
  • Scrivi un’offerta di lavoro. Descrive bene la posizione vacante e le sue responsabilità, nonché le qualità richieste al candidato.
  • Pubblica l’offerta di lavoro. Pubblica l’offerta di lavoro sulla pagina della tua azienda e su altri portali di lavoro, come LinkedIn.
  • Determina la fascia di stipendio. Indaga sullo stipendio medio di una posizione come quella che offri per il budget di un’azienda come la tua; in questo modo determinerai il margine salariale più idoneo e competitivo.

Durante il processo di recruiting

  • Cerca candidati. Recluta candidati qualificati per la posizione dall’offerta di lavoro che hai pubblicato su vari canali. Se non ce ne sono troppe tra cui scegliere, dovresti considerare altri modi per trovare la tua nuova aggiunta o modificare la tua offerta di lavoro.
  • Seleziona i candidati. Scegli candidati che abbiano le qualità che stai cercando.
  • Organizza i tuoi colloqui. Crea un’agenda o un programma e trova un posto dove puoi condurre le interviste.
  • Entra in contatto con i candidati. Invia email o chiama potenziali candidati per definire i dettagli del colloquio.
  • Conduci i colloqui con i candidati. Conduci interviste con candidati selezionati per vedere se sono ciò che stai cercando. In questa fase è bene cercare anche riferimenti di questi ultimi.
  • Prepara una lettera di offerta e inviala. Dopo aver fatto confronti e preso una decisione, prepara una lettera di offerta per spiegare al candidato scelto le condizioni della sua futura posizione.
  • Informa i candidati che non sono stati selezionati. Mettiti in contatto con i candidati che non hanno superato il colloquio e offri loro un feedback.

👉 Durante i colloqui non dimenticare l’importanze della comunicazione non verbale

Dopo il processo

Una volta che il tuo candidato diventa parte del team della tua azienda, devi passare attraverso il processo di onboarding. Nonostante sia correlato al processo di selezione e reclutamento o assunzione, è qualcosa con obiettivi diversi e ha lo scopo di facilitare l’incorporazione del nuovo dipendente nell’azienda (e non è meno importante, sebbene molti datori di lavoro lo lasciano nell’elenco dei attività in sospeso).

recruiting software risorse umane

Vuoi saperne di più sul processo di onboarding? Abbiamo molti altri articoli che ti aiuteranno a definire la tua strategia per assicurarti che l’ingresso del nuovo candidato sia il più efficiente possibile e che, nel medio e lungo termine, rimanga in azienda.

Il processo di reclutamento è molto importante per le aziende, ma spesso non viene svolto come dovrebbe essere a causa della mole di lavoro che comporta per i dipartimenti delle Risorse umane. Cosa fanno le società di riferimento nel settore delle risorse umane?

Digitalizza, automatizza e centralizza il processo. Se vuoi assicurarti che tutte le fasi che abbiamo descritto in questo articolo siano svolte nel miglior modo possibile, devi toglierti di dosso i compiti ripetitivi. Delega tutto ciò che puoi delegare al software ATS o per la selezione del personale e ottimizza il tuo tempo.

Vuoi sapere come miglioreresti il ​​tuo reparto Risorse umane digitalizzando un processo come il reclutamento? Prova il software Factorial HR! Hai una prova gratuita di 14 giorni per decidere se è adatto alle tue esigenze.

👉 Conosci l’Headhunting? È una tendenza importante nel recruiting moderno, qui un focus per te

recruiting banner

Registrati a Factorial e mantieni sotto controllo i tuoi dipendenti (dalla fase di reclutamento!)

Questo articolo è disponibile anche in: English US, Español, Português PT, Português BR, English UK, Mexican

Post correlati

Lascia un commento