Vai al contenuto
coaching-aziendale

Coaching aziendale: il trend HR 2022 è puntare su formazione e sviluppo

Cos’è il coaching aziendale? Perché sarà uno dei principali trend HR del 2022?

La figura dell’allenatore (coach) è particolarmente conosciuta e apprezzata nel mondo dello sport. Si sa, uno sportivo ha bisogno di essere guidato e, appunto, allenato per raggiungere i propri obiettivi e dare il meglio.

Nonostante anche il mondo del lavoro sia basato in gran parte sulle performance dei singoli individui, per qualche motivo, questo tipo di mentalità raramente viene applicata in un contesto aziendale. Per la maggior parte, i manager sono spesso visti come meri supervisori anziché come dei mentori. La verità dei fatti è che il coaching aziendale è tanto importante quanto lo è il coaching atletico e motivazionale nello sport.

Mettere in atto una buona strategia di coaching dei dipendenti è una parte importante nella gestione della performance. Quando i manager massimizzano il potenziale dei propri dipendenti e li circondano delle giuste strutture di supporto, mettono i team in una posizione in cui è più facile crescere e aiutare l’azienda ad avere successo.

I migliori manager promuovono relazioni aperte e oneste con i dipendenti, motivandoli e coinvolgendoli.

In questo articolo, scopriamo più da vicino cos’è il coaching aziendale, come può essere messo in atto e perché è importante per le aziende che hanno voglia di crescere.

Banner software valutazione performance dipendenti

Cos’è il coaching aziendale?

Partiamo con il definire il significato dell’argomento di cui stiamo parlando. Il coaching aziendale è un metodo di formazione in cui una persona più esperta o qualificata fornisce a un dipendente consigli e indicazioni per aiutarlo a sviluppare le proprie competenze, prestazioni e la propria carriera.

Il coaching si distingue dalle competenze HR simili di come il mentoring e counseling (come passo in un sistema di disciplina progressiva). Il coaching può essere uno dei mezzi usati per la formazione dei manager, ma la sua applicazione è più ampia della semplice formazione del management.

Il coaching aziendale è un processo altamente individualizzato che dipende sia dalle caratteristiche del dipendente che dalle conoscenze, competenze e abilità del coach. Tuttavia, i coach hanno diverse tecniche e strumenti riconosciuti da cui attingere in quasi tutte le situazioni di coaching.

La crescente applicazione del coaching aziendale per plasmare l’ambiente lavorativo

Poiché le imprese hanno finalmente capito i molteplici scopi e benefici del coaching aziendale, la sua pratica è cresciuta notevolmente, e alcune aziende lavorano attivamente per creare una vera e propria cultura di coaching interna. Una cultura va ben oltre alla figura formale del  coach: è una cultura aziendale in cui le tecniche di coaching sono usate come un mezzo per comunicare, gestire e influenzare positivamente gli altri, favorendo un ambiente che valorizza l’apprendimento e lo sviluppo dei dipendenti.

Il coaching dovrebbe essere affrontato come qualsiasi altro obiettivo strategico. Eseguirlo in modo efficace richiede impegno da parte dell’azienda e della persona che riceve il coaching, comprendendo un piano per ottenere i risultati desiderati, l’impiego di coach qualificati e una valutazione successiva.

Ad oggi è possibile ottenere una formazione e una certificazione nel campo del coaching e, infatti, molti coach aziendali sono professionisti che forniscono consulenze indipendenti, anche se alcune grandi organizzazioni formano ed assumono coach all’interno del loro personale.

💡 La tematica del coaching aziendale è strettamente collegata con la cultura dell’Employer Branding. Per saperne di più, scarica questo eBook gratuito.👇🏼 

Scarica QUI la guida all'Employer Branding

Coaching aziendale: i principali campi di applicazione

La crescita del coaching aziendale sta avvenendo in maniera sempre più rapida. Simile alla formazione personale svolta a livello privato, il coaching nell’ambiente aziendale sta rapidamente prendendo piede, trovando applicazione in tutte le aree della gestione organizzativa.

Il coaching aziendale può essere uno strumento efficace per soddisfare numerose esigenze all’interno di un’impresa. Vediamo insieme le più importanti.

coaching-aziendale-obiettivi

Coaching aziendale per la formazione dei dirigenti

Il coaching aziendale dei dirigenti (chiamato anche executive coaching) viene spesso utilizzato per affrontare il comportamento dirompente o inefficace di chi ricopre le principali posizioni di leadership, ma può anche aiutare un dirigente a riuscire ad esprimersi ad un livello ancora più alto.

Può essere utile sia per i dirigenti attualmente in carica che per profili che, potenzialmente, potrebbero essere promossi ad una posizione dirigenziale.

I dirigenti attuali (in particolare i CEO) potrebbero non essere consapevoli che le competenze che li hanno portati al vertice potrebbero non essere quelle che garantiranno il loro di continuare ad avere successo. Inoltre, i CEO tendono ad essere persone molto dinamiche, che non sono sempre ricettive al feedback non richiesto.

L’executive coaching è una forma pratica e mirata di sviluppo individuale. I dirigenti di alto livello sono tipicamente alla ricerca di un “partner di pensiero” con cui discutere le opzioni di decisione, espandere le prospettive, bilanciare il lavoro e la vita privata, e fare strategie in circostanze difficili o insolite. Il coaching aziendale ai dirigenti dovrebbe integrare sia le esigenze organizzative che quelle personali.

Ogni impegno dovrebbe essere progettato su misura, concentrandosi sui particolari obiettivi di sviluppo di un dirigente. I CEO, in particolare, in genere hanno bisogno da sei a otto mesi di coaching individuale per implementare con efficacia nuovi comportamenti. Pratica, osservazione e feedback sono la chiave per cambiare i comportamenti.

Per quanto riguarda i potenziali dirigenti, l’applicazione del coaching aziendale guarda soprattutto al processo di change management nelle posizioni di leadership. Le aziende, giustamente, vogliono che tali cambiamenti avvengano nel modo più fluido possibile.

Per riuscirci, sempre più aziende stanno usando il coaching come mezzo per sviluppare la prossima generazione di leader. Fattori come l’eccezionale raggiungimento degli obiettivi di sviluppo da parte di un individuo, la valutazione positiva da parte del coach e la capacità dell’individuo che ha ricevuto un adeguato coaching aziendale di assumere nuove responsabilità sono solo alcuni dei benefici riconosciuti dell’executive coaching.

👉🏻 La tecnologia fa ormai parte della nostra vita e, anche nella formazione aziendale, è diventata imprescindibile. Leggi questo articolo per scoprire di più sulla digital learning.

Coaching aziendale per la formazione dei manager

I manager sono in prima linea nella gestione della performance aziendale e hanno bisogno di sviluppare abilità per motivare lo sforzo di chi lavora con loro. A volte, molti supervisori e manager non hanno le competenze di people management necessarie, come la capacità di fissare degli obiettivi, delegare, assegnare responsabilità, dare feedback efficaci delle prestazioni e fornire la supervisione richiesta. Il coaching aziendale può aiutarli a sviluppare queste abilità.

Un manager, ad esempio, può essere stato promosso grazie agli ottimi risultati ottenuti sul piano della performance, ma non possedere ancora alcune competenze necessarie. Di conseguenza, può beneficiare del coaching aziendale relativamente a questioni come la delega del lavoro, la gestione del tempo, il team-building, la gestione delle performance individuali, i processi di ricerca e selezione o le capacità di comunicazione o negoziazione.

Scarica QUI il Kit People Manager 2022

Coaching aziendale per la formazione dei responsabili HR

Chi ha detto che solo dirigenti e manager possono beneficiare di questa pratica? Il coaching aziendale può rappresentare un importante approccio nello sviluppo dei responsabili delle Risorse Umane. Forse la ragioni più importante per cui questi tipi di professionisti si affidano al coaching è quella di riuscire a migliorare la propria efficacia in:

  • Dimostrare il loro valore delle attività che implementano
  • Far valere l’importanza delle strategie HR
  • Avere una migliore capacità di pianificazione strategica
  • Mostrare in modo efficace il ritorno sull’investimento delle attività HR
  • Rendere pubbliche ed accessibili le proprie iniziative
  • Comunicare in modo più efficace con dirigenti e manager

Con un ruolo e delle responsabilità così rivolte verso la valorizzazione del capitale umano appare evidente come qualsiasi responsabile delle Risorse Umane potrebbe beneficiare di un percorso di coaching aziendale.

Software HR Factorial

Coaching aziendale per la sensibilizzazione su diversity ed inclusione

Il coaching aziendale può essere uno strumento efficace anche per sostenere le iniziative di diversity ed inclusione di un’azienda. Le attività di coaching basate sulla diversity possono concentrarsi su:

  • Consapevolezza e inclusione: il coaching aziendale può essere usato per sensibilizzare i singoli dipendenti che possono aver mostrato o essere stati accusati di comportamenti inappropriati, discriminatori o offensivi. L’obiettivo è quello di aiutarli a vedere le cose attraverso gli occhi di persone che sono diverse da loro in termini di genere, etnia, religione o altre caratteristiche e a rispondere in modo positivo ai conflitti in un ambiente aziendale.
  • Differenze generazionali: il coaching aziendale può aiutare sia i lavoratori più esperti che quelli più giovani a comprendere meglio le diverse visioni del mondo e le competenze delle varie generazioni, imparando come le loro diverse esperienze influenzano il modo in cui vedono il posto di lavoro e scoprendo come possono lavorare insieme nel modo più efficace per raggiungere gli obiettivi organizzativi. Il coaching può anche aiutare a identificare ed eliminare gli stereotipi generazionali.
  • Stili comportamentali e personali. Il coaching può aiutare gli individui a capire meglio come le altre persone in azienda sono sia simili che diverse da loro e come interagire efficacemente con individui con stili o usanze diverse dalle proprie.

Temi come la diversity e l’inclusione sono molto importanti e non è più possibile per le aziende far finta che si possa ancora evitare di dare loro la giusta rilevanza.  Meritano di essere introdotti e curati tramite appositi processi di coaching mirati.

💡 Se vuoi saperne di più su come promuovere l’uguaglianza di genere e ridurre il gender pay gap nella tua azienda, consulta questo articolo.

I benefici del coaching aziendale

I programmi di coaching aziendale risultano così efficaci da essere utilizzati dalle più grandi aziende del mondo. I benefici apportati da questa pratica non si rispecchiano esclusivamente sugli individui che ricevono il coaching stesso, ma anche per le aziende che lo mettono in pratica. Ecco i principali benefici che ci si può aspettare di vedere quando si implementa un programma di coaching in azienda.

1. Far crescere i dipendenti con il potenziale più alto 

L’implementazione di un programma di coaching aziendale dà l’opportunità di far crescere i dipendenti con le maggiori potenzialità. Questi sono i dipendenti che vedi come i futuri leader della tua azienda. I coach riusciranno a “sbloccare” il potenziale di leadership dei tuoi dipendenti e determineranno quali competenze dovranno sviluppare per essere più produttivi ed efficaci. Investire in questi dipendenti è fondamentale per assicurarti una crescita interna del personale efficace ed in linea con i tuoi obiettivi.

2. Creare una leadership più forte

Il coaching aziendale dei dipendenti, come abbiamo visto, non è esclusivo appannaggio dei dipendenti che svolgono ruoli prettamente esecutivi. È importante coinvolgere chi ricopre posizioni di leadership nel programma di coaching per vedere migliorare l’impegno e la gestione dei team.

Le relazioni tra dipendenti e manager possono spesso essere tese e un cattivo rapporto tra con il proprio manager diretto è spesso citato tra i motivi principali per cui i dipendenti lasciano un’azienda. Poiché il coaching aziendale si concentra sulle competenze individuali, i tuoi leader possono sviluppare le competenze necessarie per gestire in maniera più efficace i loro team

3. Sviluppare migliori capacità di comunicazione

Le capacità di comunicazione dei dipendenti sono vitali per la produttività e la crescita della tua azienda. Il coaching aziendale è un ottimo modo per sviluppare le capacità di comunicazione interna dei dipendenti, investendo su abilità come l’ascolto, la chiarezza e la fiducia.

Delle sessioni specifiche di coaching aziendale possono rivelarsi molto utili per sviluppare le capacità comunicative dei dipendenti e migliorare il flusso di informazioni all’interno dell’azienda, cosa che ti permetterà di evitare incomprensioni e velocizzare i processi interni.

👉 Sei interessato alla formazione in ambito HR? Non perdere i nostri corsi online e gratuiti sulle Risorse Umane!

3 consigli per implementare il coaching aziendale in modo efficace

Tutto chiaro. Ma come faccio ad implementare delle attività di coaching aziendale in modo corretto? Quali sono gli aspetti da tenere in considerazione?

Sono tutte domande legittime ed è per questo che abbiamo preparato una lista di 3 consigli utili per implementare il coaching aziendale nella tua azienda nel modo più fluido possibile.

Controlla il tuo budget a disposizione per il coaching aziendale

Quanto puoi realisticamente spendere per i tuoi programmi di coaching aziendale senza “prendere in prestito” risorse da altre operazioni aziendali essenziali? Valuta con attenzione il tuo budget per la formazione aziendale e stabilisci un tetto di spesa.

Puoi anche fare un doppio controllo del budget non utilizzato e destinato ad altre operazioni prima di implementare una soluzione definitiva proponendo, ad esempio, moduli o demo di coaching per ridurre il costo iniziale. Una buona idea può anche essere quella di lasciare da parte un piccolo cuscinetto per i costi inaspettati.

Scarica QUI il quiz sullo stile di leadership

Valuta i dipendenti per identificare le principali lacune

Una volta stabilito il budget da destinare al coaching è arrivato il momento di analizzare la situazione relativa ai tuoi dipendenti. Puoi inviare dei questionari per capire quali siano gli obiettivi e la percezione dei tuoi dipendenti in merito alle proprie lacune.

In altre parole, come puoi aiutarli ad andare dal punto A al punto B attraverso il coaching aziendale? Tutto ciò ti dà anche l’opportunità di migliorare la personalizzazione della formazione (che può avvenire sia online che in presenza), dato che ognuno ha obiettivi e necessità diverse. 

Una bella domanda da porsi è: come puoi diversificare la tua strategia di coaching aziendale perseguendo i tuoi obiettivi ma, allo stesso tempo, soddisfando le tue preferenze personali?

Separare il coaching aziendale interno da quello esterno

Idealmente, per il coaching aziendale ci dovrebbe essere un budget principale che è diviso in due sezioni: 

  • La prima include tutte le attività di coaching svolte internamente e i costi associati
  • La seconda è tutta dedicata all’outsourcing, come le commissioni per i consulenti ed eventuali spese aggiuntive per software specifici

Suddividere in questo modo ti permetterà anche di determinare quale soluzione è la più conveniente per la tua azienda. Potresti renderti conto che alcune attività sono più costose di altre se prese in carico internamente, ad esempio. In questo caso, puoi spostare quelle voci dall’altra parte della lista e cercare dei fornitori per sopperire al loro bisogno.

coaching-aziendale-formazione

Factorial: il software HR per la gestione del coaching aziendale

Una volta comprese tutte le sfaccettature di questo tema, passare alla pratica può rivelarsi complesso. Come abbiamo visto, soprattutto per le attività di coaching più specifiche, affidarsi a dei professionisti esterni è spesso la soluzione migliore ma gestire tutte le iniziative, i progressi e le persone coinvolte necessita di un certo grado di organizzazione.

La soluzione a questo problema può essere un software per le Risorse Umane!

Oltre ai suoi innumerevoli strumenti per la cura dei vari aspetti legati all’organizzazione e gestione delle Risorse Umane mette a disposizione delle aziende, il software di Factorial mette a disposizione delle interessanti funzioni per la gestione della formazione aziendale.

Grazie a Factorial potrai:

  • Monitorare le tue attività di coaching aziendale controllando quali dipendenti stanno svolgendo quale percorso, da quanto tempo, quali sono i costi associati
  • Gestire attivamente le attività di coaching aziendale, aggiungendo i dati da monitorare, le informazioni di ogni dipendente e la documentazione necessaria
  • Analizzare i risultati ottenuti verificando se le attività di coaching  funzionano o se devono essere modificate in qualche modo

Il fatto che il coaching aziendale sia uno strumento potente ed efficace per investire sulle capacità e sul futuro dei tuoi dipendenti non significa che debba essere implementato con eccessiva fretta o senza la possibilità di monitorarne adeguatamente lo svolgimento e i risultati. D’altro canto anche la soddisfazione dei dipendenti è un aspetto che non puoi non considerare.

Affidarsi ad un software HR come Factorial ti permette non solo di iniziare questo percorso ma anche di portarlo avanti con la certezza che tutte le informazioni e i dati più importanti saranno sempre monitorabili, gestibili e mantenuti sotto controllo.

✅Prova il software di Factorial gratuitamente per 14 giorni e scopri come può aiutarti nella gestione delle formazioni!

Isotta è Content Marketing Specialist in Factorial ed è appassionata di comunicazione, copywriting, social media e HR. Ama la natura, viaggiare e giocare a pallavolo.

Post correlati

Hai qualche dubbio o qualcosa da aggiungere? Chiedilo alla Community HR!

Non essere timido e chiedi alla Community dei professionisti delle Risorse Umane!